ESCURSIONE fai da te SARANDA – ALBANIA

DiLuigi Ravnic

ESCURSIONE fai da te SARANDA – ALBANIA

PORTO

Saranda è una delle principali mete turistiche della costa albanese, amata soprattutto dai giovani. La struttura portuale è stata adeguata alle esigenze turistiche tanto da essere diventata tappa delle navi da crociera con una sosta di circa 8/10 ore. Si trova nel sud del paese, vicino al confine con la Grecia. La città prende il nome dall’antico monastero sulla collina dei “40 Santi”. Circondata da alte montagne e posizionata di fronte al mar Ionio e all’isola greca di Corfù. La cittadina sorge su una baia a ferro di cavallo, con spiagge e un lungomare.

La visita al Monastero è gratuita, mentre per chi ha intenzione di visitare la cripta è a pagamento tramite il Comune. Questo Monastero venne eretto in onore di 40 martiri cristiani che rifiutarono di rinnegare la propria fede.

Sicuramente le spiagge di Saranda sono le mete preferite dai croceristi, sembrano angoli di paradiso con acque cristalline e sabbia bianca o roccia calcarea, ma da non perdere dei siti belli e storici come il Castello di Lëkurësit da cui si gode una vista magnifica su Saranda e sulla laguna di Butrinto, l’antica Sinagoga e il Museo di Archeologia. Da visitare anche posti dichiarati Patrimoni UNESCO dell’Albania come Butrinto e Syri, i Kaltër, le isole di Ksamil e la spiaggia di Pulëbardha

Castello di Lëkurësit

A differenza di molti altri castelli in Albania, il castello di Lekures è un edificio dalla struttura semplice ed è stato trasformato in un grande ristorante con un affascinante veduta panoramica sul porto di Saranda. È una costruzione del XVI secolo e si suppone sia stato costruito per controllare il porto. La fortezza sorge sulle rovine del villaggio di Lekures.

SPIAGGE CITTADINE – LUNGOMARE

Questo pittoresco lungomare, adornato da palme, si estende lungo il porto e offre splendidi panorami sul Mar Ionio. La maggior parte dei grandi alberghi e ristoranti si trovano su questo lungomare.

Le spiagge come Pasqyrat, Pulebardha Beach, Manastiri Beach, Ksamil, sono vicine alla città di Saranda e sono facilmente raggiungibili con i bus in circa 30 minuti per Ksamil e altri 10 per Butrinto al costo di 100 leke (€ 0,82) a tratta.

KSAMIL

A pochi chilometri (15) da Saranda si incontra Ksamil, famosa per le sue Tre isole: l’isola più grande, anche la più popolare, è chiamata Ishujt Binjak (Isole Gemelle) ed è formata da due isole collegate tra loro da una sottile striscia di terra. Per raggiungerle bisogna prendere una delle tante imbarcazione presenti al porto di Ksamil che in pochi minuti di traversata vi condurranno in un paradiso fatto di spiagge tropicali e acque limpidissime.

Pulëbardha Beach

Siamo ancora nel sud del paese delle aquile, che regala tratti di costa dalle acque limpide e cristalline, paesaggi selvaggi e incredibili attrazioni turistiche. All’interno del Parco Nazionale di Butrinto vi è Pulebardha, conosciuta come “Spiaggia dei Gabbiani”, per via dei numerosi uccelli che si muovono sopra le acque azzurre di questa baia. Questa spiaggia dai ciottoli bianchi e dall’acqua turchese si trova 10 chilometri a sud di Saranda e sembra davvero una piscina. Unico inconveniente: difficile trovare un po’ di spazio libero.

BUTRINTO E SYRI

A circa 20 Km da Saranda troviamo il sito archeologico di Butrinto, dichiarato Patrimonio dell’Umanità UNESCO. Entrando nel sito archeologico il sentiero vi condurrà al bellissimo teatro greco. Sempre a
20 Km a est di Saranda si trova un pittoresco monumento naturale,
Syri Kalter (l’Occhio Blu), dove sorgenti d’acqua, assolutamente cristallina, formano una piscina con un colore tra il blu e il verde che crea l’illusione di un occhio umano. Anche esso dichiarato Patrimonio dell’UNESCO.

SPECIALITA’ CULINARIE

Hai trovato interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione.

Condividi

Segui la nostra pagina Facebook


Lascia un commento su Facebook




Immagini Instagram