Asinelli - santorini

SANTORINI – asinelli

La funivia a cinque cabine, installata prima che il turismo a Santorini aumentasse vertiginosamente, non è bastata ad assorbire il flusso di turisti che si riversano sull’isola delle Cicladi. Per questo l’uso degli asinelli come mezzo di trasporto è rimasta una delle opzioni a disposizione dei viaggiatori. Uno dei simboli più famosi di Santorini sono gli asinelli che si arrampicano, lenti e inesorabili, lungo i ripidi viottoli. Ogni giorno, da diverse navi da crociera, scendono la bellezza di 17 mila crocieristi e moltissimi di loro per salire a Thira, cittadina posta a 400 metri sul livello del mare, effettuano la ripida salita di 600 gradini sul dorso dei muli. Tutto ciò procura danni irrimediabili alla spina dorsale dei poveri asinelli. Per cui gli animalisti sono scesi in campo contro lo sfruttamento di questi poveri animali.

L’isola greca ora rischia di perdere questo economico ed ecologico mezzo di trasporto a causa delle proteste di attivisti che denunciano le terribili condizioni di salute in cui vessano questi animali a causa del trasporto di turisti.

Salita asinelli

IL GOVERNO GRECO

E’ intervenuto dopo numerose proteste vietando che ogni asino possa trasportare più di un quintale di peso, che vengono tenuti all’ombra e che venga data acqua con più regolarità. Ogni giorno questi poveri animali sono costretti a salire dalle quattro alle cinque volte al giorno e frustandoli, perchè non vogliono camminare. Ma la vera sfida: è ridurre il numero dei turisti a 8 mila al giorno per la tutela dell’Isola.

Seguici o condividi i nostri articoli sui SOCIAL

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.