Archivio degli autori Luigi Ravnic

Luigi Ravnic DiLuigi Ravnic

ESCURSIONE fai da te SIRACUSA

CITTA’ DI SIRACUSA

PORTO GRANDE DI SIRACUSA - CROCIERE NEL CUORE

Dal 2020 Siracusa sarà pronta per accogliere varie compagnie di crociere, soprattutto la MSC con la quale è stato sottoscritto un piano triennale fino al 2022. Con la riqualificazione del Porto Grande è previsto la costruzione di un terminal, struttura fondamentale per procedere alle varie fasi del check-in, inclusi i controlli e lo smistamento bagagli. Il terminal dovrebbe essere realizzato facendo ricorso a strutture resistenti ma leggere e copertura tensostatica con doppio percorso per imbarco e sbarco passeggeri.

La sosta al porto è di 7/10 ore. Ad oggi, 29/10/2019, c’è stato l’attracco della Azamara Journey e della Berlin, nave da crociera con circa 800 passeggeri, mentre la Seabourne è rimasta in rada per mancanza di carta nautica aggiornata.

PORTO

PORTO DI SIRACUSA - CROCIERE NEL CUORE

ISOLA DI ORTIGIA

Il centro storico della città è Ortigia, collegata alla terra ferma da due ponti, il Ponte Umbertino e il Ponte Santa Lucia. Qui, in un dedalo di viuzze, sorgono moltissimi dei monumenti e dei musei più importanti, oltre a tanti ristorantini e locali. Senza dubbio il quartiere più interessante e al fine di preservare questo luogo è per lo più aperto maggiormente ai pedoni.

CENTRO STORICO DI Siracusa : Ortigia.
CROCIERE NEL CUORE

PONTE UMBERTINO

PONTE UMBERTINO SIRACUSA . 
CROCIERE NEL CUORE

Dopo averlo attraversato, si è subito accolti dalle colonne monolitiche del Tempio di Apollo

TEMPIO DI APOLLO

TEMPIO DI APOLLO SIRACUSA
CROCIERE NEL CUORE

Il tempio dorico più antico di tutta la Sicilia è stato trasformato, nel corso dei secoli, in chiesa bizantina, moschea araba e chiesa normanna per cui ci vuole molta fantasia per immaginarsi la maestosa struttura originale.

Dal tempio si prosegue per piazza Archimede.

FONTANA DI DIANA SIRACUSA
CROCIERE NEL CUORE
Fontana di Diana, Piazza Archimede.

Da piazza Archimede, a circa 2 Km, si arriva a piazza del Duomo considerata una delle piazze barocche più belle della Sicilia.

PIAZZA DEL DUOMO DI SIRACUSA
CROCIERE NEL CUORE
Piazza del Duomo

Questa grande area pedonale è circondata da molti edifici in pietra bianca e la loro architettura è magnifica e tuttora molta ben conservata. Potrete ammirare la Cattedrale Metropolitana della Natività di Maria Santissima (“Duomo di Siracusa”), il palazzo Beneventano, il Municipio, il Palazzo Arcivescovile e sicuramente anche la “Chiesa di Santa Lucia alla Badia”.

DUOMO

CATTEDRALE METROPOLITANA DELLA NATIVITA' DI MARIA SANTISSIMA SIRACUSA

Nella parte più alta di Ortigia c’è la Cattedrale Metropolitana della Natività di Maria Santissima, che vanta una delle più belle facciate della Sicilia, progettata in un misto di elementi barocchi e rococò. Il Duomo è tutelato dall’Unesco, al pari di tutti gli altri siti della Sicilia barocca. L’interno, più antico, ospita anche un bel crocifisso di epoca bizantina e un ricco tesoro. Il Duomo nei secoli è stato: tempio greco, bizantino, islamico e cristiano.

Durante la seconda guerra mondiale, con la minaccia di essere bombardati, i siracusani scavarono un rifugio antiaereo sotto il Duomo, ampliando gli scavi di un’antica cava di pietra: l’Ipogeo di piazza Duomo. Costo ingresso: Adulti € 5,00; Ridotto € 3,00.

CHIESA SANTA LUCIA ALLA BADIA

CHIESA DI SANTA LUCIA ALLA BADIA DI SIRACUSA
CROCIERE NEL CUORE

Merita una visita la Chiesa di Santa Lucia alla Badia. Il motivo è che dal 2009 l’edificio ospita un quadro del Caravaggio dipinto durante il soggiorno siracusano dell’artista. La tela, una pala raffigurante il “Seppellimento di Santa Lucia” (patrona di Siracusa), era originariamente collocata nella Chiesa di Santa Lucia al Sepolcro, fuori il centro storico della città. 

A pochi metri dal Duomo:

TEATRO DEI PUPI

TEATRO DEI Pupi SIRACUSA

Le epiche vicende di Carlo Magno, Rolando e i paladini sono al centro dell’Opera dei Pupi, tradizione siciliana che più siciliana non si può. Anche Siracusa ha il suo Teatro dei Pupi, a pochi passi dal Duomo, con una ricca stagione di spettacoli per grandi e piccini. Oltre al teatro merita una visita anche la Bottega del Puparo, dove i personaggi prendono vita dalla cartapesta grazie all’abilità di sapienti artigiani, e il Museo dei Pupi, dichiarato dall’Unesco Patrimonio Orale e Immateriale dell’Umanità, dove si può ammirare il patrimonio artistico della famiglia Vaccaro-Mauceri, storici pupari di Siracusa. Tuttora operativo il Teatro, per far vivere ai turisti la magia dell’”Opra dei Pupi” antichissima forma d’arte in cui reale e verosimile sono legati e spesso non distinguibili l’uno dall’altro.

A circa 600 metri da Piazza del Duomo:

FONTE ARETUSA

FONTE ARETUSA A SIRACUSA è uno specchio d'acqua nell'isola di Ortigia.
CROCIERE NEL CUORE

La Fonte Aretusa è uno specchio d’acqua nell’isola di Ortigia, nella parte più antica della città siciliana di Siracusa. La sua origine è lo sviluppo di uno dei tanti sfoghi della falda freatica che si trova nel siracusano, la falda che alimenta anche il fiume Ciane sul lato opposto del porto. La fonte circolare è uno dei simboli di Siracusa e vi crescono delle verdeggianti piante di papiro.

A 200 metri dalla fonte:

CASTELLO MANIACE

Il Castello Maniace sorge all’estremità dell’isola di Ortigia, all’ingresso del Porto Grande.

Il Castello Maniace sorge all’estremità dell’isola di Ortigia, all’ingresso del Porto Grande. L’impianto originario fu realizzato dal generale bizantino Giorgio Maniace per essere, in seguito, consolidato da Federico II di Svevia. Una passeggiata fra le torri e sui bastioni offre una vista incredibile, a quasi 360 gradi sul mare intorno alla città. Il castello presenta una poderosa struttura a quadrilatero di aspetto severo in virtù del suo scopo difensivo. Ai quattro angoli della costruzione vi sono quattro torri cilindriche con base ottagonale inserite armoniosamente nell’opera muraria. Nel 2009 si è svolto qui il G8 dell’Ambiente con la partecipazione di tutti i ministri al ramo dei paesi più industrializzati. In memoria dell’imperatore Federico II, nel giugno 2018 fu eretto una Stauferstele a sinistra dell’ingresso. Attualmente è sede di eventi e rassegne culturali. Biglietto intero: € 4,00; Ridotto: € 2,00

Altro itinerario consigliato ai croceristi partendo dal porto, passando per Corso Gelone è :

MUSEO ARCHEOLOGICO “PAOLO ORSI”

 Museo archeologico “Paolo Orsi”. Il Museo ha come sede Villa Landolina a SIRACUSA.

Per quantità e qualità dei reperti il Museo archeologico “Paolo Orsi” è da considerarsi uno dei più importanti d’Europa. Il Museo ha come sede Villa Landolina, enorme struttura su tre livelli circondata da un bellissimo parco verde. I reperti vanno dal periodo della preistoria Siciliana sino alla colonizzazione Greca. Situato a 500 metri dal Parco Archeologico della Neapolis, è il luogo ideale per completare la vostra visita del parco. Biglietto ingresso: intero € 8,00; ridotto € 4,00. E’possibile acquistare un biglietto combinato parco + museo a € 13,50.

Dal Museo si può andare alla:

CHIESA DI SAN GIOVANNI ALLE CATACOMBE

chiesa di San Giovanni alla Catacombe a Siracusa

Non ha il tetto, la chiesa di San Giovanni alla Catacombe e fra le navate dell’antica chiesa in stile gotico normanno crescono cespugli e palme. Dal lato sud della chiesa si può scendere nelle catacombe di San Giovanni, seconde per importanza solo a quelle di Roma. Il merito della scoperta va dato all’archeologo Paolo Orsi, figura importante nella storia di Siracusa a cui è stato intitolato il Museo Archeologico della città. Museo in cui è custodito il reperto più importante rinvenuto nelle catacombe: un prestigioso sarcofago di marmo su cui sono raffigurati personaggi biblici del vecchio e del nuovo Testamento. Biglietto ingresso: Intero € 8,00; Ridotto (under 16 ed over 65) € 5,00. La tariffa è comprensiva di visita guidata

A 500 metri:

PARCO ARCHEOLOGICO DELLA NEAPOLIS

PARCO ARCHEOLOGICO DELLA NEAPOLIS è un museo a cielo aperto a Siracusa.

È un sito da visitare, nato dalla intuizione della Soprintendenza della Sicilia Orientale, che oltre ad grande museo a cielo aperto, ha dotato Siracusa di un polmone verde di fondamentale importanza per la salubrità dell’ambiente. La visita al Parco è una straordinaria occasione per ammirare la flora della Sicilia e del sud del Mediterraneo. Ulivicipressipinipalmecarrubimelograniarancilimoni, senza dimenticare mirto e origano, costituiscono un patrimonio naturalistico di enorme valore, fiore all’occhiello della città e della regione Sicilia. L’ingresso è di € 10,00; Ridotto € 5,00, mentre è gratuito ogni prima domenica del mese.

Una volta dentro, potrete ammirare:

ANFITEATRO ROMANO

Anfiteatro romano di Siracusa è in parte scavato nella collina e in parte costruito con pietra locale estratta dalle latomie.

A testimonianza delle molte culture passate per la Neapolis di Siracusa, l’anfiteatro romano, in parte scavato nella collina e in parte costruito con pietra locale estratta dalle latomie. In passato ospitava animali selvatici e combattimenti tra gladiatori. All’epoca del suo massimo splendore, quello di Siracusa era il maggiore anfiteatro siciliano e uno dei più grandi in assoluto, secondo in Italia solo all’Arena di Verona.

TEATRO GRECO

Il Teatro greco di Siracusa può accogliere fino a 20.000 persone.

Il Teatro Greco può accogliere fino a 20.000 persone. Costruito nel V secolo avanti Cristo, il teatro è oggi una delle attrazioni più visitate della Sicilia. Dal 1914 è sede delle rappresentazioni classiche organizzate dall’Istituto Nazionale del Dramma Antico (INDA). Ogni anno, nei mesi di maggio e giugno, migliaia di appassionati provenienti da ogni parte del mondo si ritrovano per assistere alle opere di Sofocle, Euripide, Seneca e gli altri autori di età classica.

LATOMIA DEL PARADISO E ORECCHIO DI DIONISIO

LATOMIE, la più famosa è certamente quella detta del “Paradiso”, che ospita il famoso Orecchio di Dionisio, proprio sotto il Teatro Greco.
Latomia del Paradiso

Le latomie erano cave di pietra utilizzate come prigioni e la più famosa è certamente quella detta del “Paradiso”, che ospita il famoso Orecchio di Dionisio, proprio sotto il Teatro Greco. Il suo nome deriva dalla forma dell’entrata, che ricorda le sembianze dell’interno di un orecchio gigante. Secondo la leggenda Dionìsio, il tiranno di Siracusa, fosse lì ad ascoltare le conversazioni dei suoi prigionieri. La grotta vanta un’acustica eccezionale e ogni suono ne risulta amplificato fino a 16 volte.

Ritornando verso Ortigia si trova:

SANTUARIO DELLA MADONNA DELLE LACRIME

Santuario della Madonna delle Lacrime E' una basilica minore e santuario mariano eretto a ricordo della miracolosa lacrimazione di un'effigie in gesso raffigurante il Cuore Immacolato di Maria.
Santuario della Madonna delle Lacrime

E’ una basilica minore e santuario mariano eretto a ricordo della miracolosa lacrimazione di un’effigie in gesso raffigurante il Cuore Immacolato di Maria. Questo santuario domina la città di Siracusa e può essere visto anche da lontano. Vale la pena andare a vederlo soprattutto per la sua architettura esterna decisamente poco comune.

SPIAGGE

Arenella: È una spiaggia di morbida sabbia dorata a soli 9 chilometri da Siracusa.
Arenella: È una spiaggia di morbida sabbia dorata, in una piccola baia. Il paesaggio è magnifico, si possono affittare sdraio e lettini, si trova a soli 9 chilometri dal centro della città.
La spiaggia di Fontane Bianche.  “Tropici del Mediterraneo”. Dista 15 Km da Siracusa.
La spiaggia di Fontane Bianche. “Tropici del Mediterraneo”. Così l’ha definita qualche anno fa “Il Sole 24 Ore”. Dista 15 Km da Siracusa

Poco distante da Fontane Bianche, l’Area Marina Protetta del Plemmirio, oasi di grande interesse paesaggistico-ambientale, nonchè snodo importante dei traffici e dei commerci in età ellenistica.

La spiaggia di Vendicari. Dista 45 Km da Siracusa
La spiaggia di Vendicari: Situata nell’omonima riserva naturale, potrete sia osservare i fenicotteri rosa sia nuotare e prendere il sole. Dista 45 Km da Siracusa
La spiaggia di Calamosche, una delle spiagge più famose di Siracusa.
La spiaggia di Calamosche protetta ai lati da due promontori : La bellezza del luogo e delle sue spiagge cristalline ne fanno una delle spiagge più famose di Siracusa.

NECROPOLI DI PANTALICA

Le necropoli rupestri di Pantalica, riconosciute Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco, sono situate nella provincia di Siracusa fra Cassaro, Ferla e Sortino. La località naturalistica-archeologica è distante 53 Km da Siracusa. Costituisce uno dei più importanti luoghi protostorici siciliani, utile per comprendere il momento di passaggio dall’età del bronzo all’età del ferro nell’isola. Le necropoli sono inserite nella Riserva naturale orientata Pantalica, Valle dell’Anapo e Torrente Cava Grande.

HAI TROVATO INTERESSANTE QUESTO ARTICOLO? LASCIA IL TUO MI PIACE – UN TUO COMMENTO O UNA CONDIVISIONE.

Luigi Ravnic DiLuigi Ravnic

ESCURSIONE fai da te LEKNES – FIORDI

Leknes è il capoluogo amministrativo dell’isola di Vestvågøy, situata al centro dell’arcipelago delle Lofoten. Il territorio municipale include la costa di una profonda insenatura, il Buksnesfjorden e comprende alcuni villaggi come Gravdal e Ballstad, dove si trova Kraemmervika Rorbuer. Leknes offre alcuni dei più impressionanti paesaggi naturali della Norvegia, tra cui montagne e spiagge di sabbia bianca. Sosta della nave 9/10 ore. Alcune compagnie (Norvegian) sostano 20 ore. La moneta corrente è la corona norvegese o krone(NOK) Cambio: 1 NOK = € 0,10

PORTO

Dal porto di Leknes, a circa 11 Km, si possono facilmente raggiungere le due isole di Flakstadøya e Moskenesøya, tra le più spettacolari delle Lofoten, attraverso il Nappstraum, un tunnel stradale sottomarino lungo 1.766 metri che collega le isole di Flakstadøya e Vestvågøya.

Nappstraum, un tunnel stradale sottomarino lungo 1.766
Nappstraum

LOFOTR VIKING MUSEUM

 Lungo il tragitto da Leknes a Borg, si potranno ammirare l'"Himmeltindan" che, con i loro 914 metri sul livello del mare, sono le montagne più alte di tutta l'isola.

Il Museo vichingo di Lofotr, distante 14 Km da Leknes, è un museo storico basato sulla ricostruzione e sugli scavi archeologici del villaggio di un capo vichingo sull’isola di Vestvågøya e accanto al sito archeologico è stata costruita fedelmente la casa vichinga del re Olaf Tvennumbruni. Lungo il tragitto da Leknes a Borg, si potranno ammirare l'”Himmeltindan” che, con i loro 914 metri sul livello del mare, sono le montagne più alte di tutta l’isola. Per andare al museo ci sono due possibilità : il bus che impiega circa 20 minuti al costo di € 4/6,00 a tratta o il taxi ( 4 persone) al costo di € 40/50.

LOFOTR VIKING MUSEUM è un museo storico basato sulla ricostruzione e sugli scavi archeologici del villaggio di un capo vichingo sull'isola di Vestvågøya.

Si possono vedere le stanze gli oggetti utilizzati e tramite filmati vengono mostrate e descritte le credenze di questo popolo a noi sconosciuto.

Presso il museo invece è possibile vedere i reperti trovati nel sito e un breve documentario molto piacevole che racconta la storia di questo capo vichingo. Ingresso: Adulti 200 NOK; Da 6 a 15 anni: 150 NOK; Anziani 170 NOK; bambini inferiore a 6 anni gratis.

VISITA NAVE VICHINGA

Al di fuori dell’edificio i recinti con gli animali ed un percorso che ti porta a scoprire i vari mestieri. Lungo il sentiero ci sono delle piccole tappe con la zona per il tiro con l’arco e l’ascia. Alla fine del sentiero si trova il ricovero delle barche dove si trova in grandezza naturale una nave vichinga. E’ possibile salire e farci un giro, ovvero provare l’emozione di remare una barca vichinga.

Dopo aver visitato Borg si può proseguire per Stamsund, un villaggio di pescatori situato nel cuore delle Lofoten ed è anche un importante scalo per le navi Coastal Voyage che offrono escursioni giornaliere di avventura in gran parte delle Lofoten.

Chi non vuol recarsi al museo può visitare Vikten a circa 20 Km da Leknes, parte opposta a Borg, dove è possibile ammirare l’arte dei soffiatori di vetro.

VIKTEN

Le opere dei soffiatori di vetro di Vikten sono custodite in uno straordinario edificio in legno molto moderno con tetto d'erba eretto in riva al mare.

Le opere dei soffiatori di vetro di Vikten sono custodite in uno straordinario edificio in legno molto moderno con tetto d’erba eretto in riva al mare. La mostra di glas è fatto molto bene, inoltre c’è una fabbrica di ceramiche legata al cafè. Molto divertente guardare gli artisti creare la loro magia in vetro.

Henningsvaer

Da Leknes (Gravdal) il crocerista può recarsi a Henningsvaer, una delle più rinomate località turistiche delle Isole Lofoten ed uno dei villaggi di pescatori più pittoreschi incorniciato dalle vette delle montagne circostanti. Il piccolo porto, situato a sud dell’arcipelago, è stato costruito su un gruppo di isolotti ai piedi di una falesia a strapiombo sul mare.

Da visitare: la Galleria Lofoten Hus, dove si trova una collezione fotografica che comprende una rassegna sulle aquile di mare. Per chi ha la sosta lunga è un posto da non perdere. Dista da Leknes 61 Km.

Svolvær

Sempre per i croceristi che hanno la sosta lunga non si può fare a meno di recarsi a Svolvær dove c’è la Galleria del Ghiaccio. Per visitare la galleria è necessario indossare una pelliccia calda e all’ interno si possono ammirare le sculture create nel ghiaccio da artisti provenienti da tutto il mondo. La principale attività economica della città è legata alla pesca del merluzzo bianco in inverno e all’itticoltura del salmone. Dal porto di Svolvær è possibile partire per escursioni di whale watching (osservazione delle balene e delle orche) e gite in barca nelle vicinanze dello stretto di Raftsundet, con la sua famosa diramazione Trollfjord.

i croceristi che hanno la sosta lunga non si può fare a meno di recarsi a Svolvær dove c'è la Galleria del Ghiaccio.

La spiaggia di Haukland

Dista dal centro di Leknes circa 10 Km.

La baia di Flakstad

La baia dista circa 27 Km da Leknes percorrendo la E10. Si prende il bus al costo di € 8,00 a tratta oppure il taxi al costo di circa € 90,00 A/R.

Dietro la spiaggia di Flakstad, lungo la E10, sorge la Flakstad Kirke dalla cupola a cipolla, costruita nel 1780.

Flakstad Kirke dalla cupola a cipolla, costruita nel 1780.

A circa 10 Km da Flakstad si trova la cittadina di Ramberg.

Da Romberg, percorrendo la E10, a circa 26 Km c’è il villaggio di Reine. Il borgo deve il suo clima mite alla corrente del golfo e alla sua caratteristica posizione al di sopra del Circolo Polare Artico. Per le sue particolari condizioni meteorologiche l’acqua non congela mai e d’estate il sole non tramonta. Con il traghetto da Reine si può raggiungere la spiaggia di Bunes, stretta tra due pilastri di roccia alti 70 metri, nell’isola meridionale di Moskenesoy.

Queste sono solo alcune indicazioni, il crocerista ha molte alternative per la visita delle Lofoten.

VIDEO

HAI TROVATO INTERESSANTE QUESTO ARTICOLO? LASCIA IL TUO MI PIACE – UN TUO COMMENTO O UNA CONDIVISIONE.

Luigi Ravnic DiLuigi Ravnic

ESCURSIONE fai da te SAVONA

PORTO

La Riviera dei Fiori e la Riviera delle Palme, sono da sempre apprezzate dai viaggiatori di tutto il mondo. Savona è un importante porto turistico, infatti al porto attraccano ogni giorno navi da crociera, traghetti e lussuosi yachts privati. I terminal Palacrociere Ovest e Palacrociere Est a Savona sono gestiti direttamente dalla compagnia Costa Crociere (2 banchine lunghe 450 e 325 m, più una banchina pubblica da 235 m). Savona è porto di partenza e di sosta, mediamente 9 ore, di crociere.

Andiamo alla scoperta della città di Savona. Proprio dal porto può iniziare un itinerario di visita alla città di un giorno per ammirare le attrazioni più importanti. La storia di Savona risale a tempi molto antichi e la città ne conserva le testimonianze. Ecco un piccolo elenco delle bellezze da visitare assolutamente:

TORRE DI LEON PANCALDO

Per accedere al porto, risalente al XII secolo, si passa per la Torre di Leon Pancaldo. Questa torre rivolta verso il mare è il simbolo di Savona e viene chiamata “La Torretta“. Il nome originale era Torre della Quarda e faceva parte della cinta muraria a protezione della città. La torre, come la piazza dove sorge, è stata dedicata a Leon Pancaldo, navigatore savonese che accompagnò Magellano durante la sua prima circumnavigazione intorno al mondo.

Guardando a sinistra si vede una torre ben più alta: la Torre del Brandale che segna l’ingresso al centro storico.

La torre era la più importante delle 50 torri presenti in città nel XII secolo. Viene soprannomina la Campanassa perché all’interno si trova una campana del ‘300, viene suonata in occasioni di importanti eventi cittadini.
Al suo fianco sono poste due torri: la Torre Riario e quella Corsi.

FORTEZZA DI PRIAMAR

La Fortezza del Priamar grazie alla sua posizione strategica, vegliava sopra la città. Su questa collina sorgeva il centro storico di Savona ma, quando la città venne conquistata dai genovesi, fu eretto un forte che inglobò gli edifici preesistenti quali l’antica cattedrale e la loggia del castello. Davanti alla fortificazione si può ammirare la scultura “La Rosa nel Deserto”. La fortezza si trova alla fine del grande promontorio della città e un tempo costituiva un importante luogo strategico in quanto veniva utilizzato per controllare il mar Tirreno da eventuali attacchi nemici. L’ingresso è gratuito e si può salire sui bastioni per godere della vista panoramica sulla città. Nella fortezza sono ospitati due musei: il Museo Pertini e il Museo Archeologico di Savona. Si può anche visitare la cella dove fu rinchiuso Giuseppe Mazzini nel 1830. Il biglietto di ingresso ai Musei è di € 2,50 adulti e di € 1,50 ridotto.

CATTEDRALE

La Cattedrale dell’Assunta è del XVI secolo e la sua facciata è di stile barocco. Nei pressi si trova la Cappella Sistina fatta edificare da Papa Sisto IV. All’interno della Cattedrale spicca l’affresco di “Gesù che scaccia i mercanti dal Tempio”, opera di Coghetti, stesso autore degli affreschi della volta, del presbiterio e della cupola. Le cappelle contengono opere d’arte quali: “L’apparizione della Vergine a Savona”; il “Sacro Cuore”; “Adorazione dei Magi” e il “Martirio di Sant’Orsola”. Inoltre si possono ammirare gli appartamenti papali dove visse da prigioniero durante la dominazione napoleonica, Papa Pio VII. La Cattedrale ospita diverse reliquie di San Valentino Martire, patrono degli innamorati.

Savona possiede molti palazzi antichi: l’elegante Palazzo della Rovere che si trova nella città vecchia. Il Palazzo Gavotti che è sede della Biblioteca Civica dove sono conservati più di 85 mila volumi e molti preziosi manoscritti.

SPIAGGE

Il litorale di Savona vanta un importante riconoscimento Europeo per la qualità delle acque e la pulizia delle spiagge: la Bandiera blu. Con oltre 4 km di spiagge, suddivise tra lidi privati e spiagge libere. Le spiagge sono per lo più sabbiose, ma anche con zone rocciose con scogli da cui tuffarsi. Poco distante dal centro città si trova la spiaggia della Natarella, dove si accede in modo gratuito. Questa spiaggia, nota anche come Natarella Beach, occupa circa 3 km di litorale ed è interamente sabbiosa e si caratterizza per la ridotta profondità. A poca distanza dalla stazione ferroviaria c’è la spiaggia di Zinola che è tra le mete più apprezzate dai croceristi. Interamente sabbiosa con acque limpide e poco profonde. L’arenile è ben tenuto e curato anche nelle zone ad accesso libero. Tra le principali spiagge  vi è la spiaggia delle Fornaci che tra i servizi offerti vi sono oltre ai bar, ai ristoranti , anche la possibilità di noleggiare pedalò o attrezzature per gli sport acquatici.

VISITE FUORI SAVONA

A 7 km da Savona c’è il Santuario di Nostra Signora della Misericordia, che custodisce importanti opere barocche di Borgianni, Domenichino, Bernardo Castello. Nel Museo adiacente ci sono arredi sacri, ori e sculture.

Albissola Marina, che si trova a 5 km da Savona, è un centro turistico noto per la tradizionale arte della ceramica. Le più belle collezioni di questo artigianato sono conservate nel Museo della Ceramica che si trova nella Villa Faraggiana. Nella Chiesa di Nostra Signora della Concordia si può ammirare una Natività del 1576 fatta tutta di formelle di ceramica.

La stazione balneare di Spotorno dista 13 km da Savona; proprio di fronte a questa località è situato l’isolotto di Bergeggi, sede di un Monastero del X secolo. L’isola è anche una riserva naturale.

A Noli, che si trova a 15 km da Savona, si possono ammirare notevoli resti medioevali, come per esempio la Chiesa romanica di S.Paragorio del XII sec. Al suo interno ci sono sarcofagi medioevali e tombe gotiche. La chiesa di San Paragorio è un importante e storico sito dell’architettura romanica, è inserito nella lista dei monumenti nazionali italiani. 

Subito dopo si snoda il Malpasso un tratto di costa che offre uno spettacolo straordinario perché qui le rocce assumono una splendida tonalità rosata.

VIDEO

HAI TROVATO INTERESSANTE QUESTO ARTICOLO? LASCIA IL TUO MI PIACE – UN TUO COMMENTO O UNA CONDIVISIONE.

Luigi Ravnic DiLuigi Ravnic

ESCURSIONE fai da te MOLDE – FIORDI

Molde è una città della Norvegia situata nella contea di Møre og Romsdal, della quale è capoluogo amministrativo. La città è situata sulla sponda di un fiordo (Romsdalsfjord) bagnato dal mare di Norvegia e gode di un bel panorama sui picchi della sponda meridionale del fiordo. Molde è anche conosciuta come la “città delle rose” che grazie al clima mite vi crescono rose e altre piante che in altri luoghi alla stessa latitudine non crescono più. La moneta corrente è la corona norvegese o krone(NOK) Cambio: 1 NOK = € 0,10

PORTO

Sosta della nave 8/10 ore.

PROMENADE HAMNEGATA

Molde ha una Promenade che si chiama Hamnegata ed inizia dal terminal passeggeri (che è anche dove attracca l’Hurtigruten).

La Promenade offre anche una vista meravigliosa sul Molde Panorama, una spettacolare sequenza delle 222 vette che circondano la città.

Un altro punto di osservazione privilegiato per il Panorama è il tetto del Centro Culturale Plassen, punto di riferimento culturale in città. Il centro si trova proprio accanto a una scalinata non lontano da Storgata e dal Moldetorget.

Plassen è anche una delle sedi principali del Moldejazz, che è il festival di jazz più importante della Norvegia ed il secondo festival del genere più vecchio d’Europa.

CENTRO STORICO

Storgata

La rosa è un simbolo ricorrente su vetrine dei negozi, cancelli e perfino un pannello di controllo elettrico sul sentiero per Varden. Storgata è effettivamente l’unica strada centrale di Molde. La maggior parte dei bar, caffè e ristoranti del centro si concentra lì. In Storgata ci sono anche gli hotel Thon e Scandic, il centro commerciale Torget e il Rådhus .

MUNICIPIORådhus

FONTANA ROSEPIKEN

Accanto al Rådhus trovate le scale che portano su alla Cattedrale, costruita nel XX secolo e ultimata nel 1957 ed è il principale edificio di culto della città ed è sede della diocesi di Molde per la chiesa di Norvegia.

CATTEDRALE

Percorrendo Storgata dalla stazione dei bus verso gli hotel Thon e Scandic, troverete lo Stadio Aker, dove gioca il Molde Fotballklubb.

Stadio Aker

Accanto allo stadio c’è un altro piccolo porto, con una suggestiva vista sulla città e sul fiordo. Poco più avanti vedrete anche la caratteristica forma a vela dello Scandic Seilet.

Scandic Seilet

MUSEO ROMSDAL

Il Romsdalsmuseet (Museo del Romsdal) è il museo principale di Molde ed è bellissimo da visitare. E’ uno dei musei del folklore più estesi della Norvegia. Formato da oltre 50 edifici antichi provenienti da tutta la Norvegia per formare un tipico villaggio norvegese con tante di case con focolari all’aperto, aziende agricole ed affumicatoi. Il complesso del museo ospita mostre temporanee, una biblioteca, archivi di fotografie e stampe, più un negozio e un caffè super accogliente. Il museo include anche un’area all’aperto piuttosto estesa, con ricostruzioni di abitazioni norvegesi tradizionali, sentieri e laghetti. Costo ingresso: Adulti 110 NOK; Ridotto 50 NOK; Gruppi di almeno 30 persone 90 NOK; Minori di 15 anni gratis.

STRADA ATLANTICA

Molde e Kristiansund, distante tra loro 72 Km, sono ben posizionate per affrontare due delle rotte di guida più spettacolari della Norvegia, Trollstigen e Atlanterhavsveien («la strada atlantica»). Per coprire questa distanza si hanno due possibilità: il bus linea 100 al costo di 150 NOK a tratta (circa € 15,00), i bus partono ogni ora, o il taxi ( 4 persone) al costo di € 200/250,00. Tempo di percorrenza di entrambi è di circa 1h e 15m.

La strada atlantica collega Molde a Kristiansund, una delle città più caratteristiche della Norvegia con le sue case colorate intorno al porto. La città si estende su quattro isole, il che la rende una base ideale per esplorare alcuni dei numerosi villaggi di pescatori della zona.

La Trollstigen si snoda in 11 stretti tornanti fino a Stigrøra, a 858 metri sul livello del mare. In alcuni luoghi taglia a metà la montagna, in altri è sostenuta da mura di pietra. Un’impressionante ponte in pietra naturale porta la strada attraverso la cascata Stigfossen

Kristiansund

Di ritorno da Kristiansund è possibile fermarsi al Molde Båthavn 

un piccolo porto in cui sono ormeggiate soprattutto imbarcazioni private. È un angolo bellissimo, da cui si ha una vista altrettanto splendida sia sul fiordo sia sulla città in lontananza. Accanto al porto c’è anche la Spiaggia Retiro che, insieme a Kringstadbukta è la spiaggia principale di Molde. Dopo questa sosta è possibile rientrare al porto a piedi.

PANORAMA VARDEN

Varden è una montagna alta poco più di 400 metri e situata solo a pochi chilometri dal centro. L’escursione a Varden è un classico di Molde perché da lì si può ammirare il miglior panorama della città e del fiordo.

VIDEO MOLDE

HAI TROVATO INTERESSANTE QUESTO ARTICOLO? LASCIA IL TUO MI PIACE – UN TUO COMMENTO O UNA CONDIVISIONE.

Luigi Ravnic DiLuigi Ravnic

ESCURSIONE fai da te HERAKLION – CRETA

Candia, nota anche come Heraklion , è di gran lunga il centro abitato più importante dell’isola sia dal punto di vista storico-culturale che turistico-commerciale. Una città dove sono visibili i resti delle due dominazioni, veneziana e turca, che più hanno condizionato lo sviluppo urbanistico e architettonico del territorio.

PORTO

Heraklion è un porto croceristico in pieno boom, negli ultimi anni è diventata tappa quasi obbligata di moltissime compagnie croceristiche. Suddiviso in due aree principali: la parte moderna e l’antico porto veneziano. Il Porto si trova al termine di via 25 agosto, a 15 minuti a piedi dal centro della città. Sosta della nave 9/10 ore.

TERMINAL CROCIERE

Non mancate di fare un giro per il porto veneziano per ammirare i resti di monumenti veneziani eretti oltre 400 anni fa.

PORTO VENEZIANO

Da visitare la Fortezza di Koules, costruita accanto al porto vecchio per proteggere la città dagli invasori.

FORTEZZA VENEZIANA KOULES

L’imponente Fortezza Veneziana, chiamata anche Castello a Mare, domina il porto cittadino con le massicce mura esterne che rendono l’idea di quanto questa fortezza fosse inespugnabile. Salendo al piano superiore della fortezza si godono bei panorami sul porto e la città, ammirando così le antiche mura che circondano il centro storico. I leoni alati di San Marco che abbelliscono il forte sono una testimonianza del dominio della Serenissima. Costo ingresso alla fortezza € 2,00

Mura veneziane

CENTRO STORICO

via 25-Avgoustou

Nella moderna Heraklion, uno dei edifici che più rappresenta il passato della dominazione veneziana è costituito dalla Loggia Veneziana, che oggi è sede del Municipio. L’edificio si caratterizza per lo stile tipico ed il bel porticato. L’ingresso ad archi conduce in un cortile aperto, con belle vetrate e colonne imponenti. La Loggia è considerato uno dei monumenti architettonici più eleganti del periodo veneziano. Durante il periodo veneziano, Loggia era il luogo di incontro ufficiale di sovrani e nobiltà dove discutevano di vari argomenti riguardanti questioni economiche, politiche e commerciali.

Loggia Veneziana

Passeggiando lungo Venizelou 52a non potete non notare la Agios Petros, la chiesa di San Pietro che fu costruita dai monaci domenicani ma fu trasformata in moschea dagli ottomani. La cappella meridionale conserva importanti affreschi del XV secolo.

La Piazza più vivace e frequentata di Heraklion è senza dubbio Platia Venizelou, punto d’incontro nonché fulcro di partenza turistico per la visita del capoluogo. Al centro della piazza è collocata la Fontana Morosini edificata durante il periodo veneziano, con le eleganti decorazioni tra cui spiccano i quattro leoni dalla cui bocca zampilla l’acqua.

Fontana Morosini

Di fronte la fontana Morosini si trova la Chiesa di S. Marco. La facciata è caratterizzata da un bel portico. L’interno è spoglio, e spesso viene utilizzato per spettacoli culturali oppure per mostre di vario genere. Un’altra chicca veneziana da vedere passeggiando per il centro.

La via Dedhalou collega la piazza al resto della città, essendo una strada pedonale permette una piacevole passeggiata tra eleganti negozi e piacevoli taverne.

via Dedhalou

MUSEO ARCHEOLOGICO

Il Museo archeologico è sicuramente il più importante al mondo per quel che riguarda la civiltà minoica in tutta la sua evoluzione. Sono esposte le ricche collezioni della civiltà minoica provenienti soprattutto da Cnosso, Festo e altri maestosi palazzi. In particolare il famoso Disco di Festo, la statuetta della dea dei serpenti, il rhytòn a forma di testa di toro, quello dei mietitori e il noto acrobata. Inoltre si possono ammirare quindicimila reperti distribuiti in 22 sale che coprono circa 5.500 anni, dal Neolitico ai tempi dei Romani. Tra i più importanti: la collezione dei meravigliosi affreschi risalenti al 1600 a.C., le opere trattano temi religiosi, paesaggi naturali e scene di vita quotidiana. Nello stesso sito durante l’occupazione veneziana si trovava il monastero cattolico di San Francesco, che fu distrutto da un terremoto nel 1856 e le sue rovine sono oggi visibili nel giardino del museo. Il biglietto d’ingresso costa € 10,00. C’è la possibilità di comprare anche biglietto di ingresso al sito archeologico Cnosso che costa € 15,00 a persona, acquistandoli insieme il costo totale a persona è di € 16,00. 

CATTEDRALE DI SAN MINAS

La cattedrale di San Mena è la cattedrale ortodossa di Heraklion. La costruzione è iniziata il 25 marzo 1862 ed è stata interrotta a causa della rivoluzione cretese del 1866. La chiesa fu completata nei primi mesi del 1895 ed inaugurata il 16 aprile 1895 dal vescovo Timoteo di Creta. 

AGIOS TITOS

La Chiesa è consacrata al Santo che ha convertito il popolo cretese al cristianesimo. Il cranio di San Tito è conservato all’ interno di una cappella. Durante la dominazione veneziana divenne cattedrale cattolica. Con l’occupazione turca fu utilizzata come moschea, “Visir Tzami”. In questo periodo la custodia della reliquia fu affidata alla città di Venezia.

SPIAGGE

Ammoudara: Una spiaggia ben attrezzata e molto estesa, con acque trasparenti. Situato a 6 km a ovest di Heraklion
Gouves: La spiaggia di Gournes si trova presso il villaggio omonimo, a 17 Km da Iraklio
Hersonissou: ha una bella spiaggia di sabbia e si trova 27 km da Heraklion.
La spiaggia di Mononaftis si trova ad una distanza di 17 km da Heraklion.

PALAZZO DI CNOSSO

Dista 6 chilometri da Heraklion. Si tratta di una delle aree archeologiche più importanti al mondo, al centro di alcuni dei miti più famosi dell’antica Grecia, come il Minotauro imprigionato da Minosse in un intricato sistema di vicoli ideato dall’architetto “Dedalo”. Il “filo d’Arianna” e le “ali di Icaro”anche queste espressioni hanno preso origine da racconti mitici ambientati nelle mura di questa cittadella. Del palazzo reale resta ben poco, molto è andato distrutto nel corso dei secoli. Il sito archeologico celebre anche per il rinvenimento di due antichissimi sistemi di scrittura: il Lineare A e il Lineare B merita una visita. L’ingresso al sito è di € 15,00 ma, come consigliato precedentemente, conviene comprare un unico biglietto al costo di € 16,00 per i 2 ingressi. Nell’ultimo week end di ogni mese i siti archeologici sono gratuiti.

AGIA EKATERINI

Nella chiesa di Agia Ekaterini, Santa Caterina in italiano, si trova il Museo d’Arte Religiosa che conserva la più prestigiosa raccolta di icone cretesi. Costo ingresso € 4,00; Ridotto € 2,00.

MUSEO DI STORIA NATURALE

Il Museo di Storia Naturale di Creta si trova immediatamente a ovest del porto. È aperto tutti i giorni e per l’ingresso è richiesta una modica cifra. Visitare il Museo di Storia Naturale prima di qualche escursione aiuta a capire la fauna, la flora, l’evoluzione geografica e storica dell’isola. Il visitatore può passeggiare e conoscere meglio i cinque settori base che costituiscono l’ambiente naturale, come ad esempio i settori Zoologico, Botanico, Antropologico, Paleontologico-Geologico e Mineralogico. Nella sala Living Museum si possono ammirare alcune delle creature che abitano le aree aride di Creta, come lucertole, uccelli e acquari con pesci tropicali. Si prosegue per ammirare la riproduzione del dinoterio gigante, un elefante preistorico nativo di questa zona. Nella sala dedicata ai fossili ci sono altre specie antiche ed oltre 8200 fossili provenienti da quest’area. Interessante la zona di simulazione dei terremoti chiamata Seismic Table e quella dei dinosauri che si muovono.
Ciò che rende questo museo così interessante e innovativo è che permette agli ospiti di non essere solo spettatori. 

CRETAQUARIUM

Il Cretaquarium o Thalassocosmos è un acquario pubblico situato vicino alla città di Gournes a 15 km da Heraklion. Costituisce un parco unico di ricerca, istruzione, cultura e tempo libero, che mira a promuovere e diffondere la conoscenza per l’ambiente marino, rivelando la sua unicità, gli organismi e gli ecosistemi . Costo ingresso € 10,00.

Sempre a Gournes si trova il:

DINOSAURIA PARK

Il parco presenta alcune repliche fossili e diversi modelli di dinosauri animatronici. All’ingresso c’è un T-Rex (a grandezza naturale) con i suoi amici vi danno il benvenuto in uno spazio appositamente progettato in cui è possibile esplorare e imparare tutta l’affascinante storia dei dinosauri. Nella grande famiglia di dinosauri sono state aggiunte nuove specie e nuove sezioni, come il General Hospital di dinosauri, dove i fan dei dinosauri possono vedere un dinosauro schiudersi e iniziare la sua vita nel parco. Costo ingresso € 10,00; Ridotto fino a 12 anni € 8,00.

PER CHI VOLESSE FARE ESCURSIONE DIRETTAMENTE AD ALTRI SITI PUO’ SCEGLIERE TRA:

RETHYMNO

Distante circa 80 Km da Heraklion, una volta giunti a Rethymno, la prima cosa da fare è vedere la Fontana Rimondi in Piazza Platanou. Con il colonnato corinzio, ci sono le decorazioni veneziane e c’è il tetto ad arco tipicamente turco. Insomma antica GreciaRepubblica Veneziana e Impero Ottomano, i tre “capitoli” della storia cretese.

Da visitare la Fortezza sulla collina di PaleoKastro nei pressi della città vecchia di Rethymnon ed è uno dei più grandi castelli dei veneziani. La magnifica fortezza pentagonale è lungo le pareti ci sono quattro bastioni (S. Luca, S. Elia, St. Paul, San Nicola), che servivano per la difesa del nemico. Il forte è così grande che potrebbe diventare un rifugio per tutta la città. All’interno ci sono caserme, una chiesa, un ospedale e magazzini. 

da visitare, inoltre il Museo archeologico, le moschee di Validés e Nerantzes fino al Monastero di Arkadi

AGIOS NIKOLAOS

Distante circa 60 Km da Heraklion, la città di San Nicola, nel versante orientale di Creta (provincia di Lassathi) è una delle località turistiche più frequentate dell’isola. Con i 10 Km di litorale di Elounda, è senza dubbio l’attrazione principale della zona. Il mare è cristallino e vi si susseguono spiagge libere e attrezzate come: Ammoudi, Akti Koundourou, Katholiko, Minos Palace, Havania, Katsikia. Da vedere il museo archeologico, come pure è consigliabile una visita al piccolo museo etnografico che ospita una ricca collezione di abiti e strumenti da lavoro tradizionali della comunità.

Assolutamente da visitare la fortezza di Spinalonga. SI tratta di un’isola fortificata all’imboccatura del golfo di Mirabello, proprio di fronte la costa di Agios Nikolaos.

HAI TROVATO INTERESSANTE QUESTO ARTICOLO? LASCIA IL TUO MI PIACE – UN TUO COMMENTO O UNA CONDIVISIONE.

Luigi Ravnic DiLuigi Ravnic

ESCURSIONE fai da te HONNINGSVAG – FIORDI

honningsvag

Situato nel comune di Nordkapp, appartenente alla contea di Finnmark, Honningsvåg è punto di partenza privilegiato per Capo Nord dal quale dista 34 km. Quando si attracca a Honningsvåg, si ha la consapevolezza di essere in un luogo speciale, sull’ultima terra emersa continentale. Il tempo di attracco delle navi varia dalla compagnia e dalla crociera scelta, quindi si passa da soste di 8 ore a soste di 13 ore. La moneta corrente è la corona norvegese o krone(NOK) Cambio: 1 NOK = € 0,10

PORTO

Approfitta della sosta nel porto di Honningsvåg per scoprire la natura selvaggia e gli scenari idilliaci di questa affascinante città costiera norvegese situata sull’isola di Magerøya. Potrai scoprire le meraviglie di Capo Nord, punto di incontro fra l’Oceano Atlantico e l’Oceano Artico.

Dal porto si raggiunge facilmente il borgo storico percorrendo la via principale della cittadina, su cui si affacciano ristoranti specializzati in pesce appena pescato nelle gelide acque del Mar Glaciale Artico. Nel centro possiamo visitare il:

NORDKAPPMUSEET

Nordkappmuseet è un piccolo museo a pochi minuti dalla banchina Hurtigruten, dalla banchina delle crociere e dalla stazione degli autobus. L’esposizione ha testi nelle seguenti lingue: norvegese, inglese e tedesco. Il museo di Capo Nord presenta e documenta la cultura costiera e l’industria ittica da cui si evince lo stile di vita dei pescatori, abitanti di queste terre estreme, con una bella esposizione degli oggetti quotidiani. E’ anche un museo locale con almeno 5 diverse mostre ogni anno.

A meno di un chilometro dal Nordkappmuseet (10 minuti a piedi), si trova la bianca chiesa di Honningsvåg.

CHIESA

La Honningsvåg kirke, in stile neogotico, fu consacrata nel 1885 ed è affiancata dal piccolo cimitero cittadino. Al suo interno un semplice altare, un piccolo organo e una barca che ricorda il carattere marittimo della zona. Siamo di fronte all’edificio più antico di tutta l”isola di Magerøya. Questa chiesa è particolarmente cara agli abitanti dell’isola perché fu l’unico edificio che scampò alla furia nazista nella Seconda Guerra Mondiale. Un centinaio di persone, determinate a ricostruire di nuovo Honningsvag, fecero della Chiesa il loro quartier generale, la loro casa e da allora la chiesa è un simbolo di unità.

PERLEPORTEN KULTURHUS

Il Perleporten Kulturhus è un piccolo caffè con teatro nel centro di Honningsvåg, con vista sulla baia della città. D’estate, ogni giorno, vengono realizzati spettacoli musicali e teatrali incentrati sulla vita in questa remota parte del mondo. Una esperienza piacevole e divertente per conoscere meglio usanze e costumi del luogo.

ARTICO ICE BAR

Uno dei fiori all’occhiello del centro è un bar interamente in ghiaccio, Artico Ice Bar, che ogni anno viene ricostruito con ghiaccio naturale proveniente dai laghi della Lapponia. È un vero e proprio bar fatto interamente di ghiaccio: tavoli, sedie, bancone del bar e perfino i bicchieri. All’ingresso vengono fornite giacche imbottite, ma i più audaci entrano con un semplice maglione resistendo ad una temperatura di circa quattro gradi sotto zero.

Essendo il centro molto piccolo, quasi tutti i croceristi preferiscono vivere le esperienze che solo posti nelle vicinanze fanno godere come:

Kamøyær

Kamøyvær è un villaggio di pescatori molto attivo distante 12 Km da Honningsvag. Ha poche centinaia di abitanti ma è un centro importante per lo scarico e smistamento del pesce. C’è una galleria d’arte che espone quadri, artigianato e libri locali. Il tema di molti dei dipinti è la splendida e spietata natura della regione. Alcune opere sono in vendita. Il turismo si è molto incrementato per l’osservazione di colonie di rari uccelli che si riproducono nella montagna di Store Kamøya.

Ora prima di passare alla escursione principale, dovete tener presente che gli spostamenti per questi luoghi sono abbastanza scomodi per gli orari dei bus, per cui fate una vostra valutazione nella scelta del fai da te. Il costo del taxi (4 persone) per la tratta Honningsvag-Capo Nord varia tra € 70/80,00 ed impiega circa 30 minuti. Gli autobus n° 912 – 406 – 62 impiegano circa 45 minuti al costo a tratta di € 10,00, ma partono solo due volte al giorno.

CAPO NORD

Distante 34 Km da Honningsvåg, Capo Nord è una falesia che si trova sulla punta nord della penisola di Magerøya , e dall’alto dei suoi 307 metri d’altezza domina il Mare di Barents e l’Oceano Artico. Pur avendo delle condizioni climatiche inospitali, legate al vento gelido, costituisce un punto molto affascinante per migliaia di croceristi. Infatti la strada che conduce fino a Nordkapp è di una bellezza particolare, si possono ammirare prati di fiori selvatici e renne al pascolo. Il cuore di Capo Nord è il suo padiglione, una struttura costruita nel 1988, una grande grotta scavata nella roccia dove si trova la suggestiva terrazza panoramica che si affaccia sull’oceano.

NORDKAPPHALLEN

Il costo di ingresso alla struttura del Nordkapphallen era di: Adulti 255 NOK; Ragazzi: 165 NOK; bambini: 90 NOK. Il governo norvegese ha reputato eccessivo il biglietto d’ingresso richiedendone che il costo per accedere all’area venisse ridotto.

Il biglietto “RIDOTTO” costa: Adulti: 170 NOK; Ridotto: 110NOK; Fino a 15 anni: 55 NOK. Questo biglietto ridotto non dà diritto di accedere al museo e al cinematografo.

Capo Nord o Nordkapp con una latitudine di 71 ° 10 ’21 “N è il punto più settentrionale del continente europeo, si trova alla stessa latitudine della Siberia e dell’Alaska.

Sul promontorio sono presenti vari monumenti:

IL GLOBO

Scultura in ferro che rappresenta un mappamondo, simbolo di Capo Nord. Sebbene in uno dei filmati proiettati all’interno della struttura ricettiva viene mostrata una coppia seduta sopra questo monumento, è bene tenere presente che la cosa è proibita.

Monument of the World’s Children

Il monumento dei Bambini della Terra è rappresentato da sette medaglioni in pietra con disegni di bambini di sette nazioni diverse che simboleggia l’amicizia e la collaborazione estesa a tutto il mondo.

Madre e bambino è una scultura che raffigura una madre e suo figlio; la madre tiene vicina a sé il bambino, il quale indica con la mano sinistra il monumento dei “Bambini della Terra”, dinnanzi a lui.

STELE DI RE OSCAR

Stele di Oscar è una pietra commemorativa fatta erigere da Re Oscar II di Norvegia al fine di delimitare, seppur simbolicamente, il confine tra Svezia e Norvegia.

Insegna che indica, per mezzo di frecce, in quale direzione sono alcune città del mondo e la distanza in chilometri, tra cui Atene 3.700, New York 6.110, Londra 2.550, Parigi 2.770, Roma 3.340, Sydney 14.780, Vienna 2.600. Il Polo Nord dista 2.110 km.

A poca distanza dai monumenti c’è il centro visitatori in cui sono allestite mostre e dove si proietta un film sulle bellezze della zona. Qui si trova tutto quello che serve per rifocillarsi, una caffetteria e un ristorante, l’ufficio postale e persino la cappella più settentrionale del mondo: la St Johannes Kapell

A circa 600 metri dalla piattaforma di Capo nord, troviamo:

Hornet, una rupe che è una rarità geologica. Infatti è una formazione rocciosa a forma di corno con una spaccatura ed attraverso di essa, si può godere una bella vista verso Capo Nord ed da dove è possibile anche osservare il sole di mezzanotte che brilla tra le ore 00.00 e le 02.00. Il luogo era considerato la dimora degli dei e quindi era un luogo sacro per gli abitanti Sami dell’isola di Magerøya.

scendendo circa 1000 scalini possiamo recarci a:

Hornvika che smise di essere il porto turistico per Capo Nord quando fu costruita la strada che portava direttamente al Capo.

Hornvika

Gjesvær

Recatevi a Gjesvær, distante 40 Km da Capo Nord, è riparato dal Mare del Nord da un centinaio di isole situate davanti al suo porto, ha nella pesca la sua maggior attività seguita da quella della salatura del pesce. Nella sua riserva naturale vi è Gjesværsstappan, che si può raggiungere solo in barca per trovare pulcinelle di mare, sule, cormorani e altri uccelli marini. Raggiungibile in taxi che impiega circa 35/40 minuti al costo di € 85/95,00. Se la sosta della nave è di tredici ore, dopo Capo Nord, Gjesvær è una meta da non perdere.

pulcinelle di mare

VIDEO DI HONNINGSVAG

Luigi Ravnic DiLuigi Ravnic

ESCURSIONE fai da te TRONDHEIM – FIORDI

Trondheim è una città della Norvegia che si trova nella contea di Trøndelag, famosa per il suo fiordo Trondheimsfjord, che con i suoi 130 Km è il terzo più lungo di tutto lo Stato.

FIORDO di Trondheim

Città di origine vichinga, con il tempo ha acquisito una importanza dovuta alle migliaia di studenti che scelgono questa città per per migliorare l’inglese. Un’altra fondamentale caratteristica di questa città è l’accesso che offre verso il nord grazie all’espresso costiero Hurtigruten. Scalo di navi da crociera: Sosta della nave 6/7 ore
La moneta corrente è la corona norvegese o krone(NOK) Cambio: 1 NOK = € 0,10

PORTO

Il porto è un bel posto per fare una passeggiata in riva al mare e proseguendo si può arrivare nel centro storico in 20 minuti.

CENTRO STORICO

Il pittoresco centro storico si trova su una piccola isola formata dal fiume Nidelva ed ospita ancora alcune caratteristiche case colorate in legno del XVII e XVIII secolo.

Il centro è caratterizzato da negozi molto antichi e di grande fascino. Se volete fare un po’ di shopping e portarvi a casa qualche bel vestito, allora la via giusta per voi è la “Nordre Gate”.

Nordre Gate.

Attraversando il Ponte della Città Vecchia, caratteristico per i suoi portali rossi che ricordano lo stile giapponese  

vi ritroverete ad ammirare:

CATTEDRALE DI NIDAROS

La cattedrale di Trondheim, in stile romanico-gotico, rappresenta il Santuario nazionale della Norvegia, un importante luogo di pellegrinaggio, che custodisce al suo interno le spoglie di San Olaf e di tutta la storia del regno norvegese. Dal 1814 è stata ripresa la cerimonia, già nota nel medioevo, di incoronare i re di Norvegia in questa sede.

Adiacente alla cattedrale, troverete invece il Palazzo arcivescovile, particolarmente adatto agli appassionati di “bling reale”.

PALAZZO ARCIVESCOVILE (Erkebispegården)

Il Palazzo Arcivescovile è un castello e un palazzo, situato a sud della Cattedrale. Per centinaia di anni, il castello fu sede, residenza e centro amministrativo dell’Arcivescovo di Nidaros. dove sono esposti i gioielli della corona norvegese. Nel periodo 1991-1995 sono stati effettuati ampi scavi archeologici nel Palazzo dell’Arcivescovado i cui risultati furono esposti in modo permanente nei due nuovi edifici museali. Il museo di Erkebispegården espone anche sculture originali e dettagli della Cattedrale di Nidaros.

L’edificio del museo ospita anche il Centro nazionale per la liturgia della Chiesa norvegese e il Centro per gli studi medievali della Università norvegese di scienza e tecnologia. Costo ingresso: Adulti: 80 NOK; Ridotto: 50 NOK ; Bambini: 30 NOK; Famiglia (2 + 3): 190 NOK ; Biglietto per la torre (estate): 40 NOK.

SVERRESBORG Trøndelag Folk Museum

Il Museo delle Tradizioni Popolari del Trøndelag, distante 15 minuti di autobus dal centro cittadino, è uno splendido museo all’aperto: perfetta ricostruzione di decine di abitazioni, di chiese in legno e di piazze di villaggi. Distribuito su una vastissima area, ci si può immergere nella società norvegese del passato con curiosità ed interesse.

Al centro del parco, su una collina che domina la zona, ci sono i ruderi della rocca del re da cui si può avere una magnifica visuale sulla città. Nella struttura chiusa, posta all’ingresso, c’è una bella e curiosa mostra di manufatti di uso comune degli ultimi 150 anni. Ingresso: Adulti 125 NOK; Ridotto 110 NOK; fino a 15 anni gratis.

MUNKHOLMEN

Trovandovi vicino al porto, prendete un traghetto e visitate l’Isola di Munkholmen. Vi troverete un antico monastero, usato poi come prigione e belle spiagge. Il viaggio in traghetto è davvero economico, così come la visita guidata di tutta la struttura in cui c’è una galleria dove è possibile
acquistare oggetti come ceramica, gioielli e opere d’arte in vetro. Nota che, quando acquisti un biglietto per l’isola, devi specificare un orario per lasciare Trondheim, ma il viaggio di ritorno è aperto, puoi andartene quando vuoi (non perdere l’ultima barca).

FORTEZZA DI KRISTIANSEN

La fortezza di Kristiansen è situato su un colle a est della città di Trondheim Fu costruita tra il 1681 e il 1684. Per tanto tempo ha respinto gli invasori, ma dal 1816 è stata tolta dall’uso della famiglia reale e oggi è possibile visitarla. Vi regalerà una bellissima veduta su tutta la città.

Kristiansen fortress in Trondheim

TORVET

Torvet è la piazza più grande e importante della città. Qui oltre a bar e ristoranti dove potete fermarvi a mangiare qualche piatto tipico, trovate anche la statua di Olaf I di Norvegia, il fondatore della città.

STIFTSGARDEN

Stiftsgården è la residenza reale di Trondheim ed è il più grande palazzo di legno del Nord Europa. La bella struttura gialla, situata in posizione centrale sulla più importante arteria della città, Munkegaten, è stata costruita tra il 1774 e il 1778. L’interno è riccamente decorato con pitture murarie in stile italiano e arredata con mobili Rococò. E’ possibile visitarlo solamente con visite guidate di 45 minuti in lingua norvegese e inglese. Costo del tour: Singolo Adulto 110 NOK; Gruppo da 10 pers 90 NOK;

RINGVE MUSIC MUSEUM

Il Ringve Museum è il museo nazionale norvegese per musica e strumenti musicali, con collezioni provenienti da tutto il mondo. Costo ingresso: Adulti 130 NOK; Ridotto 110 NOK; fino a 15 anni gratis.

Cosa mangiare a Trondheim

Parliamo adesso di gastronomia nordica e scopriamo cosa mangiare in questa bella città della Norvegia. Come accade un po’ in tutti i paesi nordici, non vi aspettate prezzi molto convenienti, tuttavia visto che vi siete concessi questo bellissimo viaggio, non potete rinunciare di assaggiare di tanto in tanto qualche piatto tipico del posto. Ti suggerisco sei diversi piatti da provare!  Ravnkloa

VIDEO TRONDHEIM

HAI TROVATO INTERESSANTE QUESTO ARTICOLO? LASCIA IL TUO MI PIACE – UN TUO COMMENTO O UNA CONDIVISIONE.

Luigi Ravnic DiLuigi Ravnic

ESCURSIONE fai da te TROMSO – FIORDI

Tromsø è una città che si trova a 350 chilometri a nord del Circolo Polare Artico ed è la più grande città della Norvegia del nord. La città si divide in due parti: il centro cittadino che si sviluppa su un’isola, Tromsøya, mentre la popolazione abita sulla terraferma, Tromsdalen. Il tutto comunque è collegato grazie a dei tunnel sottomarini e dei ponti. La città è un luogo molto popolare per quelli che vogliono vedere l’aurora boreale, con una stagione che va da settembre a marzo. Invece da maggio a luglio, grazie al sole di mezzanotte che splende nei cieli, si può partecipare a varie attività tutto il giorno. La sosta della nave è di 8/9 ore. La moneta corrente è la corona norvegese o krone(NOK) Cambio: 1 NOK = € 0,10

Tromsøya
Tromsdalen

PORTO

Tromsø è un porto importante anche per il mercato croceristico. Le crociere sui fiordi norvegesi fanno tappa qui in primavera ed estate, unici periodi dell’anno in cui è possibile visitare queste zone e che sono un vero spettacolo da ammirare a bordo di una nave da crociera. Il molo delle navi da crociera è nella zona di Breivika, lontano dal centro città circa 4 km. Dalla nave per andare al centro prendere i bus locali linee 40 e 42, biglietto a 31 NOK, che in soli 15 minuti vi portano in centro. Un consiglio: recarsi sul ponte più alto della nave, alla partenza, perché passerà sotto il ponte tromsobrua e lo spettacolo sarà bellissimo.

CENTRO Tromsøya

Il centro è facilmente visitabile a piedi, infatti si sviluppa principalmente in alcune vie attorno alla Cattedrale di Tromso. In città potrai trovare il piccolo Museo Storico Polare. Di grande interesse sono anche Polaria (il museo naturalistico norvegese delle regioni artiche), l’Osservatorio delle luci del Nord e la Chiesa in legno di Elverhøy che fu, nei secoli scorsi, la Cattedrale della città. Lungo la via principale, Storgata, troverete le due chiese della città la Domkirke e la Chiesa cattolica di Tromsø. Potrete ammirare le tipiche case norvegesi di colore rosso, giallo e verde in modo che siano ben visibili anche d’inverno.

GIARDINO BOTANICO

Tromso Botaniske Hage è un parco naturale incantevole a circa 1 Km dal porto, quindi raggiungibile a piedi. E’ curato nei minimi particolari, con molti ruscelli e cascate e anche diverse passerelle in pietra. Si possono ammirare fiori bellissimi inusuali nelle zone mediterranee. L’accesso al parco è gratuito ma c’è la facoltà di elargire una offerta per la cura del parco.

CHIESA DI ELVERHOY

A ovest del centro di Tromsø si trova la chiesa di Elverhøy (o kirke). Questa struttura in legno rosso si trovava originariamente nel sito della cattedrale della città, ma fu smantellata e spostata nel 1861, per essere eretta 100 anni dopo nella sua attuale posizione. Da ammirare l’altare e una Madonna medievale scolpita in legno.

CATTEDRALE DI TROMSO Tromsø domkirke

La cattedrale, grande esempio di architettura neogotica, è la chiesa protestante più a nord al mondo ed è l’unica ad essere stata costruita interamente in legno. Piuttosto disadorna, come molte chiese protestanti, ma suggestiva se ci sono celebrazioni ed è una meta obbligata per ogni crocerista. Caratteristiche importanti sono: La pala dell’altare è una copia della Resurrezione di Adolph Tidemand e le grandi vetrate colorate nella parte anteriore della chiesa.

MUSEO POLARE

Il Museo polare o Polarmuseet è aperto tutti i giorni dalle 11 alle 17. In questo sito si possono scoprire molte cose relative alle esplorazioni artiche. Si trovano molte informazioni sui cacciatori e di come la caccia è stata portata avanti nei secoli in questi territori polari. Infatti nel museo sono esposti molti animali imbalsamati. Infine c’è una sezione che permetterà di approfondire la cultura della popolazione Sami. In questa sezione si potrà immaginare la fatica e il coraggio di questo popolo, che con mezzi oggi impensabili hanno affrontato imprese epiche. Costo ingresso: 70 NOK

ACQUARIO POLARIA

Polaria è l’acquario più a Nord del mondo e si trova a 5 minuti dal centro. Famosissimo per la sua originale struttura composta da una serie di blocchi bianchi che rappresentano i blocchi di ghiaccio spinti a Sud dalle acque tumultuose dei Mari Artici. Nel suo interno potrete accedere al cinema panoramico con schermi che vi introdurranno nel mondo artico, avendo la sensazione di viverlo da protagonisti. Il filmato è talmente veritiero da far provare vertigini e batticuore: vi sembrerà di volare sulle montagne dell’Artico e delle Svalbard. Si proseguirà il percorso artico dove vengono presentate al visitatore le meraviglie dell’artico, come l’aurora boreale, la vita degli orsi polari e la convivenza con la neve. Da non perdere la più grande attrazione rappresentata dalla vasca con le foche barbute e vedere come giocano con i loro istruttori. Costo ingresso: 145 NOK.

TROMSO MUSEUM

E’ il museo più grande della Norvegia settentrionale, oltre ad esporre vaste collezioni di fossili, minerali e pietre provenienti dalle regioni artiche, permette di documentarsi sulla storia e cultura Sami, tribù di questa zona, con ricostruzioni di scene e ambienti. Una grande zona è dedicata alla fauna artica, con animali impagliati e rappresentati nel loro habitat ed infine una sezione con una fantastica mostra sulla attrazione turistica numero uno della Norvegia: la spettacolare aurora boreale dell’Artico, con video e foto che danno un’immagine abbastanza chiara di questo fenomeno straordinario. Costo ingresso: 60 NOK

Un luogo da visitare nei pressi del Museo, è il monumento ai Caduti del dirigibile Italia, partito proprio da Tromsø per raggiungere il Polo Nord nel 1928 al comando di Umberto Nobile.

TROMSO BRIDGE

Il Tromso Bridge attraversa lo stretto di Tromsøysundet tra Tromsdalen sulla terraferma e l’isola di Tromsøya e dal quale si gode di una vista spettacolare. Per andare a visitare la Cattedrale dell’artico bisogna attraversare questo ponte.

CATTEDRALE DELL’ARTICO

Per arrivare alla Cattedrale (Ishavskatedralen), partendo dal centro, bisogna prendere i bus 20, 24 o 26. La Cattedrale dell’Artico, non paragonabile alle nostre chiese, è l’edificio più imponente della città. Eretta in stile moderno nella zona di Tromsdalen, la struttura è quasi totalmente di cemento ed è stata più volte paragonata all’Opera House di Sydney per le analogie architettoniche. La Cattedrale Artica è un esempio di architettura moderna che si adatta al contesto locale, infatti ricorda la forma delle tende Sami o le punte di un iceberg. Nel suo interno vi sono lampadari che sembrano fatti di ghiaccio e una vetrata a mosaico che mostra il ritorno di Cristo.

FUNICOLARE FJELLHEISEN

Sempre nella zona di Tromsdalen c’è la funicolare Fjellheisen che permette di raggiungere il monte Storsteinen (420 metri) e da lì godere di una bellissima vista sui boschi, le montagne, i corsi d’acqua, i fiordi e vedere la Norvegia in tutta la sua assoluta bellezza. Trovandosi al di sopra del circolo polare artico, dalla cable car potrete godere, a secondo degli orari della nave, dello straordinario spettacolo del sole di mezzanotte in estate.
Costo del biglietto A/R 210 NOK

VISTA dal monte Storsteinen

Cosa mangiare a Tromsø

Lutefisk: merluzzo essiccato e salato viene ammollato in acqua fredda per poi essere servito con mostarda e patate.

VIDEO TROMSO

HAI TROVATO INTERESSANTE QUESTO ARTICOLO? LASCIA IL TUO MI PIACE – UN TUO COMMENTO O UNA CONDIVISIONE.

Luigi Ravnic DiLuigi Ravnic

ESCURSIONE fai da te ALESUND – FIORDI

Alesund è una città della Norvegia situata nella contea di Møre og Romsdal, con un porto molto importante, meta di molte compagnie croceristiche. Inoltre Alesund è uno dei più grandi ed importanti porti pescherecci della Norvegia con una flotta da pesca tra le più moderne d’Europa. La pittoresca cittadina sorge nella parte sud occidentale della regione e si estende tra sette piccole isole collegate tra loro da piccoli porti. VALUTA: corona norvegese NOK. Cambio: 1 NOK = € 0,10.

PORTO

L’attracco delle navi da crociera nello spettacolare porto è di 9/10 ore. Ciò da la possibilità di poter effettuare una tranquilla visita al centro e ai dintorni di Alesund. Appena usciti dal molo si può iniziare il giro turistico visitando:

MUSEO DELLA PESCA

Interessante anche il Museo della pesca, all’interno del vecchio magazzino di Holmbua che illustra lo sviluppo e il cambiamento storico della pesca e delle industrie del pesce e l’olio di pesce. Sicuramente merita una visita se siete interessati a conoscere la storia del luogo che state visitando. Costo ingresso: 40 NOK

Ad 800 metri dal Museo si può visitare la:

CHIESA DI ALESUND

Alesund Church si trova nel centro della città, sull’isola di Aspøya. Una Chiesa molto carina, con una struttura in pietra.

CENTRO STORICO – Jugendstil Senteret

La attrazione principale di Alesund è il suo centro storico famoso per la sua architettura Art Nouveau ( Jugendstil). Basta camminare per le strade Gagata e Kirkegata dove è possibile godere di edifici in stile Liberty e ammirare combinazioni uniche come cavalletti o torri tipiche delle chiese di costruzioni in legno medievali, una forza architettonica che ricorda il passato vichingo. E’ importante, con lo sguardo, catturare i piccoli dettagli che rendono tutto così speciale. Interessanti informazioni sull’architettura di Ålesund e sulla sua storia si possono vedere al Centro Art Nouveau, un museo dedicato al patrimonio architettonico cittadino ospitato in una vecchia ed elegante farmacia in stile liberty.

MUSEO ART NOUVEAU CENTER

Art Nouveau center con accanto il Kube (basso)

Il centro racconta la storia della città e spiega in parte le costruzioni Art Nouveau. Al suo interno si possono vedere cassettoni e banconi di legno e sugli scaffali vecchi contenitori di erbe e medicinali. Inoltre si può fare un viaggio nella Macchina del Tempo che ripercorre la storia della città dal grande incendio fino alla sua ricostruzione, attraverso video e installazioni multimediali. Accanto si trova il Kube, la più importante galleria d’arte di Ålesund, con mostre temporanee dedicate all’architettura, all’arte e al design. Costo ingresso 75 NOK (circa € 8,00).

ATLANTIC SEA PARK

L’Atlantic Sea-Park è uno dei più grandi acquari di acqua salata della Scandinavia e una delle principali attrazioni turistiche della zona. Distante circa 3,5 Km è raggiungibile dal porto di Ålesund con la linea bus n°633 che impiega circa 10 minuti al costo, a tratta, di € 3/5,00 o in taxi, sempre a tratta, € 15/20,00 (4 persone). Stessa scelta se si vuol partire dal museo. Il Parco dell’Oceano Atlantico occupa una piccola baia e incanterà adulti e bambini nella scoperta dei numerosi animali marini che popolano i mari di questa parte dell’ Atlantico. La parte più suggestiva è la vasca esterna ricavata dal mare con pinguini e foche, con la possibilità di vederle dalla superficie o dagli oblò sotterranei. Costo ingresso: circa € 25,00.

SUNNMORE MUSEUM

Il Museo Sunnmøre si trova a 4 km dal centro ed è raggiungibile con gli autobus n. 613, 618 o 624. Nella vecchia stazione commerciale di Borgundkaupangen, attiva tra l’XI e il XVI secolo, sono stati trasferiti oltre 50 edifici tradizionali.

Gli appassionati di nautica potranno apprezzare la collezione di circa 40 imbarcazioni storiche, fra cui spiccano ricostruzioni di navi vichinghe e un vascello mercantile che risale al 1000 d.C. circa. Trovandovi in zona visitate il Middelaldermuseet (Museo del Medioevo) con gli scavi archeologici ritrovati nella zona che descrivono lo stile di vita di questa comunità.

MONTE AKSLA

ASCESA DEL MONTE AKSLA

Il monte Aksla è raggiungibile a piedi dalla città o più comodamente in taxi al costo di € 20,00 a tratta per 4 persone. Per arrivare alla cima del monte, per chi ha scelto la soluzione a piedi, bisogna salire 418 gradini che conducono fino al belvedere Fjellstua, un punto panoramico davvero privilegiato: da qui è possibile godere di una stupenda vista sulla città, sulle incantevoli isole circostanti e ammirare le maestose Alpi di Sunnmøre.

VISTA DAL BELVEDERE FJELLSTUA

ISOLA DI GODOY

Alesund è un ottimo punto di partenza per escursioni nei dintorni come nella bella isola di Godøy, distante 21Km, un pittoresco villaggio caratterizzato dalla presenza di un faro protetto, cimelio della cultura costiera norvegese.

Oppure un giro nell’isola di Runde, distante circa 70 Km da Alesund,

collegata alla terraferma tramite un ponte lungo 428 metri. Una scogliera che ogni anno viene colonizzata da mezzo milione di uccelli tra gabbiani, gazze marine, cormorani e tantissime pulcinelle di mare.

VIDEO ALESUND

HAI TROVATO INTERESSANTE QUESTO ARTICOLO? LASCIA IL TUO MI PIACE – UN TUO COMMENTO O UNA CONDIVISIONE.

Luigi Ravnic DiLuigi Ravnic

ESCURSIONE fai da te LE HAVRE

Le Havre è situata sulla riva destra dell’estuario della Senna ed è importante per il suo porto affacciato sulla Manica. Nel 2005 l’UNESCO ha inserito il centro storico di Le Havre tra i siti Patrimonio dell’Umanità. Porto di scalo e di partenza delle migliori compagnie di crociera con soste di 12/14 ore.

PORTO

Il porto di Le Havre, grand port maritime du Havre, è costituito da una serie di bacini-canali come il Canal de Tancarville e il Canal du Havre, che collegano la città alla Senna, nei pressi del ponte di Tancarville. E’ possibile utilizzare il bus turistico o inoltrarsi verso il centro a piede per ammirare tutti i siti che ci sono lungo il percorso.

All’uscita dal porto si va a Rue de Paris, molto simile alla Rue de Rivoli di Parigi.

Rue de Paris

Proseguendo per circa 1 Km si giunge ad Avenue Foch, che va da Place de l’Hôtel de Ville all’Oceano: si tratta di un luogo particolare dove gli edifici residenziali hanno la stessa altezza e la stessa concezione

Avenue Foch

dove possiamo ammirare al termine della strada:

PLACE DE L’HOTEL DE VILLE

MUNICIPIO

In questa piazza, che è una delle più grandi d’Europa, è situato il Municipio, un lungo edificio basso con una torre di cemento di 17 piani che fronteggia la grande piazza con giardini che rispecchiano la trama urbanistica voluta da Perret. Sono dei giardini alla francese decorati da fontane e da più di 1.000 mq di aiuole fiorite.

Camminando per 800 metri si arriva:

COMPLESSO VOLCAN

Opera dell’architetto brasiliano Oscar Niemeyer, è costituito da un teatro ed una sala cinematografica. Qui si svolgono le maggiori attività culturali e rassegne di spettacoli.

dal complesso a circa 1 Km si può visitare:

MUSEO DI ARTE MODERNA André Malraux

Si trova all’imbocco del porto e simboleggia il ruolo di Le Havre, crocevia delle rotte transatlantiche, con la sua struttura che ricorda una nave costruita in vetro, acciaio e alluminio. Il MuMa propone una delle collezioni impressioniste più importanti di Francia con opere di Renoir, Manet, Monet e Degas. Inoltre collezioni di sculture, fotografie, arti grafiche e mostre temporanee. La sua architettura, capolavoro di modernità, è valorizzata da una scultura monumentale, Le Signal, che è posta sul piazzale del museo. Costo ingresso: Adulti € 10,00; Ridotto € 6,00.

Dal Museo, percorrendo Boulevard François, a circa 1Km si giunge:

CHIESA DI SAINT JOSEPH

La Chiesa di San Giuseppe è stata costruita dopo che la città era stata completamente decimata dagli inglesi durante la seconda guerra mondiale. La Chiesa funge da memoriale per i cinquemila civili caduti e fu dedicata a San Giuseppe, santo patrono di una morte felice di padri, operai, viaggiatori e immigrati. L’interno è ornato da 12 mila lastre di vetro colorato, diverso a seconda dei lati: a est e nord i colori sono freddi, ad ovest e a sud le finestre hanno sfumature dorate e colore brillante quando sono colpite dal sole. L’unica torre centrale della chiesa domina l’orizzonte della città ed è facilmente visibile dal porto da sembrare un faro. Era questa la visione di Auguste Perret nel creare un edificio che assomigliasse ad una lanterna, ora chiamato affettuosamente “torre delle lanterne” o “faro nel cuore della città”. La torre è alta circa 110 metri e funge da faro visibile dal mare, soprattutto di notte quando è illuminata.  

Percorrendo Rue de Paris e Rue Richelieu, sempre a circa 1 Km, si può visitare:

CATTEDRALE DI NOSTRA SIGNORA

La Cattedrale di Notre Dame è la chiesa più antica della città. È dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO. La sua architettura mescola stili rinascimentali, barocchi e gotici. Nel XVI secolo era un umile costruzione in legno con un cimitero e il campanile per poi essere ristrutturata nel XX secolo con un connubio di stili diversi ed al suo interno conserva un meraviglioso organo donato dal Cardinale Richelieu.

Ad 800 metri dalla Cattedrale, passando per Place General de Gaulle si arriva al famoso: Quartiere di Saint-François

Quartiere di Saint-François

A Le Havre, i croceristi scopriranno il quartiere di Saint-François che è stato dichiarato patrimonio dell’umanità dall’UNESCO grazie alla sua architettura modernista caratterizzata dalle sue strade che si incrociano ad angolo retto. Oltre al cemento armato qui si sono usati i mattoni e i tetti sono in ardesia come richiesto dal Consiglio cittadino al fine di preservare il più possibile la sua immagine del passato. In questo quartiere vi sono parecchi ristoranti e il porto peschereccio.

Essendo una città anche ricca di verde, da ricordare: Il parco di Rouelles, un parco di più di 150 ettari di bosco, con paludi, stagni, con 20 km di sentieri, ed un arboreto con più di 200 essenze differenti. Il giardino di Saint-Roch, che si trova nel centro della città e il parco Hauser, composto da un giardino paesaggistico molto bello e da una foresta naturale.

Per chi desidera visitare luoghi diversi da Le Havre:

Fra Le Havre e Harfleur si trova anche il Priorato di Graville, un pittoresco agglomerato di edifici, che è stato costituito dalla Chiesa di Saint-Honorine. Santa Onorina è patrona dei battellieri che la venerano in un rimorchiatore-cappella ancorato lì.

HARFLEUR

Nella pittoresca cittadina di Harfleur, distante circa 12 Km da Le Havre, case a graticcio si trovano lungo il fiume Lézarde, mentre tutto ciò che è inerente alla vita quotidiana come boutique, enoteche e pizzerie si trovano in caratteristiche piazze.

Molto bella è l’antica Chiesa di San Martino, nota per la sua guglia gotica e le moderne vetrate colorate.

Resti di antica fortificazione della città.

MUSEO DEL PRIORATO

Ospitato in un’antica locanda del XV secolo il Museo del Priorato è ricco di storia. Le sculture che adornano la sua bellissima facciata in legno ricordano la funzione originale dello stabilimento e all’interno espone collezioni archeologiche provenienti da scavi effettuati nel territorio di Harfleur. Ogni stanza ospita ora un tema specifico, dalla preistoria ai giorni nostri. Si possono ammirare bellissimi pezzi che compongono le collezioni come: un vaso contenente un misterioso liquido; oggetti merovingi; vetrerie e ceramiche di epoca romana.

PONTE DI NORMANDIA

Il Pont de Normandie ha notevolmente accorciato la distanza di circa 35 Km tra Le Havre e Honfleur. Un’opera ingegneristica talmente bella da diventare una delle principali attrazioni turistiche della regione. La struttura in ferro e acciaio, lunga poco più di 2 chilometri, dispone di una corsia pedonale e di una per le biciclette percorribili gratuitamente e consentono una visione spettacolare della Senna. La corsia automobilistica, al contrario, prevede il pagamento di un pedaggio. In alternativa, sempre provenendo da Le Havre, è possibile salpare a bordo di un’imbarcazione che passa proprio sotto il ponte. 

ÉTRETAT

A circa 30 km di Le Havre possiamo ammirare la “Falaise d’Aval” nella cittadina di Étretat. Grazie alla cornice naturale rappresentata dalle scogliere di CourtineManneporteAguille Belvalle che si susseguono lungo l’altopiano del Pays de Cux.

Falaise d’Aval

La cittadina si affaccia sul canale della Manica e da modesto villaggio di pescatori, oggi è una delle stazioni balneari più rinomate, per la bellezza delle spiagge ghiaiose e soprattutto per le sue falesie naturali di calcare a picco sul mare, che includono un famoso arco naturale. 

SPIAGGIA
ARCO NATURALE

ESCURSIONE PARIGI

Per i croceristi, la cui nave, sosta per 14 ore, c’è la possibilità di poter visitare, anche se velocemente, Parigi. La capitale francese dista circa 200 Km da Le Havre ed è raggiungibile in treno che impiega circa 2 ore e 15 minuti. Il biglietto, a tratta, parte da € 9,00 e può variare a secondo della scelta della classe e dell’orario.

Considerando il tutto resterebbero circa 6/7 ore per la visita. Le stazioni di Parigi sono sette: Gare du Nord, Gare de l’Est, Gare d’Austerlitz, Gare de Lyon, Gare de Bercy, Gare Montparnasse e Gare Saint Lazare.

Gare de Lyon

A circa 2 Km dalla stazione si arriva alla Cattedrale di Notre-Dame

Dalla Cattedrale a circa 2,5 Km, passando per Rue de Rivoli, si giunge al Museo del Louvre

Rue de Rivoli

Dal Museo si raggiunge la Torre Eiffel distante circa 3 Km passando per Quai d’Orsay

Quai d’Orsay

Da Champ de Mars, dove è situata la torre, è possibile ritornare alla stazione ferroviaria con il bus linea 72.

VIDEO di LE HAVRE

HAI TROVATO INTERESSANTE QUESTO ARTICOLO? LASCIA IL TUO MI PIACE – UN TUO COMMENTO O UNA CONDIVISIONE.

Immagini Instagram

Translate »