fbpx
sabato, Dicembre 3, 2022
spot_img
HomeEscursioniBUDAPEST - ESCURSIONE fai da te

BUDAPEST – ESCURSIONE fai da te

Seguici sui nostri canali social

Città

Budapest

Budapest è la capitale dell’Ungheria ed è divisa in due dal Danubio, la zona in collina è Buda mentre quella in pianura è Pest. Queste due zone sono collegate dal Ponte delle Catene inoltre una funivia collega la collina del castello al centro storico di Buda. Da non perdere La Piazza della Santa Trinità dove si trova la Chiesa di Mattia del XIII secolo e le torrette del Bastione dei Pescatori. A Pest è possibile visitare il Palazzo del Parlamento, il Duomo di Santo Stefano, la Grande Sinagoga e il Museo etnografico. Budapest è una città famosa per i magnifici palazzi ottocenteschi che si affacciano sulle rive del Danubio. 

Ponte delle catene

Ponte delle catene

Per secoli Buda e Pest sono state due città separate. Grazie al Conte István Széchenyi, nel 1839, iniziarono i lavori per la costruzione di un ponte che doveva unire i due centri. Oggi, su questo ponte sospeso in ferro battuto, con leoni agli imbocchi delle campate, i cittadini fanno delle passeggiate spettacolari. Dal lato di Buda parte la storica funicolare che porta al Castello e al Palazzo Reale. Il Ponte delle Catene è un tappa obbligata per gli innamorati che fissano i loro lucchetti alle ringhiere per poi buttare la chiave. 

Piazza degli Eroi a Budapest

Piazza degli Eroi a Budapest

La Piazza degli Eroi è un punto da dove è facile iniziare la visita della città. Stupendo il complesso monumentale, con la sua alta colonna che risale al 1896, eretto in memoria dei 7 padri fondatori dell’Ungheria. E’ una delle piazze più importanti della città, dichiarata Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO. A pochi passi dalla piazza ci sono il Museo di Belle Arti e la galleria d’arte Műcsarnok Kunsthalle. 

Basilica di Santo Stefano

Basilica di Santo Stefano

La Basilica, situata nel centro città, è stata battezzata con il nome di Stefano in memoria del primo re d’Ungheria. Lo stile architettonico della Basilica è neoclassico con una pianta a croce greca. I due grandi campanili hanno sei campane, cinque si trovano nella torre laterale a nord, mentre nella torre sud vi è la campana più grande di Ungheria. Particolare interessante: i capi organisti della chiesa sono musicisti di alto livello e il coro della Basilica si esibisce spesso in diverse parti d’Europa. Infine tramite ascensori, o in alternativa salire a piedi i 364 scalini, si può accedere alla cupola da dove si può godere di una splendida vista su Budapest.

Bastione dei Pescatori

Bastione dei Pescatori

Il Bastione dei Pescatori è stato costruito su un tratto delle mura del Castello di Buda ed è caratterizzato da sette torri che simboleggiano le sette tribù ungheresi. Dietro al Bastione si trova la statua equestre di Santo Stefano, primo re ungherese, eretto a celebrazione della storia millenaria dell’Ungheria. Il Bastione funge da ingresso scenografico alla collina del Castello grazie alla sua imponente scalinata, ai cui lati si trovano diverse statue in marmo. 

Parlamento di Budapest

Parlamento di Budapest

Il Parlamento di Budapest è uno dei simboli cittadini, un edificio neogotico che domina la sponda del Danubio dalla parte di Pest. L’architettura è molto simile a quella del Palazzo di Westminster di Londra e al Duomo di Colonia. Gli interni sono in stile barocco e rinascimentale come la grande scala che conduce alla cupola centrale. Nelle sale è possibile ammirare affreschi e sculture di artisti ungheresi e visitare una Bliblioteca completa di oltre mezzo milione di volumi. 

Castello di Buda

Castello di Buda

L’imponente Castello di Buda si innalza sopra la città da Várhegy, il colle di Budapest. E’ diviso in città civica e nel complesso del palazzo reale. Al suo interno ci sono la Galleria Nazionale, il Museo Storico di Budapest e la Biblioteca nazionale. Nella Galleria sono esposte opere di artisti ungheresi che vanno dal Medioevo ai giorni nostri. Da non perdere le collezioni del 1300 e del 1400 e la collezione di pitture del Romanticismo ungherese. Il Museo ripercorre la storia della città dalla preistoria ai tempi moderni con la possibilità di visitare la Cappella gotica e la Sala dei cavalieri. Mentre nella Biblioteca si può vedere la collezione privata di Ferenc Széchényi composta da oltre 15000 libri e manoscritti.

Museo di Belle Arti di Budapest

Museo di Belle Arti di Budapest

Il Museo di Belle Arti di Budapest è diviso in sei grandi sezioni: la collezione delle antichità greco-romane; la collezione egizia; la collezione delle sculture antiche; la galleria dei maestri antichi (composta da varie sezioni tra le quali una di pittura italiana con opere da Giotto a Tiepolo, una di pittura spagnola con opere di Diego Velázquez e Goya, una di pittura fiamminga ed olandese con opere di Rubens, Van Dyck e Rembrandt. La collezione dell’Ottocento e Novecento con opere di tutti i maggiori impressionisti come Renoir, Monet, Manet, Delacroix, Cezanne e Picasso. Il Gabinetto dei disegni e delle stampe composto da oltre diecimila disegni e più di centomila stampe). Sicuramente il Museo di Belle Arti di Budapest non ha nulla da invidiare ai grandi musei come il Prado di Madrid e il Louvre di Parigi

La grande Sinagoga

La grande Sinagoga

Nel cuore del ghetto ebraico è attiva la più grande sinagoga d’Europa, bellissima con le due torri alte 43 metri e le cupole a cipolla. Può ospitare fino a 3000 persone con piani separati per gli uomini (parte bassa della sinagoga) e per le donne (piano superiore). Nel giardino della Sinagoga c’è il cimitero degli Eroi dove sono sepolti migliaia di Ebrei ungheresi morti nel ghetto durante l’inverno 1944-45. Nelle vicinanze della Sinagoga ci sono il Museo e l’Archivio Ebraico dove si possono vedere una ricca collezione di oggetti religiosi ebraici e la sala della Shoah dove ci sono emozionanti immagini dell’eccidio della comunità ebraica ungherese nel periodo 1944-45. 

Memento Park

Tutti i paesi dell’Est alla fine del periodo comunista hanno distrutto le statue che ricordavano l’occupazione sovietica. Gli abitanti di Budapest, invece, hanno sfruttato le statue per creare Memento Park, il parco delle statue di Budapest, una zona formata da 5 semicerchi dove sono esposte 42 statue raffiguranti leader comunisti come Marx, Lenin e Stalin. Altre stupende statue poste in questo parco sono: il soldato dell’Esercito di Liberazione Sovietico con in mano la bandiera a falce e martello e la tribuna che funge da piedistallo alla statua di Stalin. Nel parco c’è un Museo che riproduce una caserma militare del periodo comunista.

Il Teatro dell’Opera di Stato

Il Teatro dell’Opera di Stato è uno stupendo edificio ricco di decorazioni rinascimentali e barocche. All’ingresso sono poste le statue di Ferenc Erkel, autore e compositore dell’inno nazionale ungherese e di Franz Liszt, il compositore più famoso dell’Ungheria. All’interno, che presenta un livello di acustica eccezionale, è possibile ammirare opere d’arte, affreschi e sculture di artisti locali. A causa dei continui restauri dell’edificio, alcune volte, le rappresentazioni vengono effettuate nel Teatro Erkel, che oltre alle opere classiche, ospita spettacoli di cantanti internazionali e attori teatrali. 

L’isola Margherita

L’isola Margherita

Margherita, un lembo di terra lungo 2Km, è facilmente raggiungibile grazie ai suoi due ponti Árpád e Margit. L’isola, che prende il nome dalla figlia del re Béla IV, Margherita. Nel passato era divisa in tre isolotti: l’isola Balneare, l’isola dei Pittori e l’isola delle Lepri. Questa isola rappresenta il polmone di Budapest, ricco di vegetazione, giardini e parchi. Da ammirare la meravigliosa fontana musicale che grazie al suono della musica classica crea stupende coreografie di acqua. Inoltre vi sono molte piscine con acque curative nei bagni termali di Platinus. Infine da non perdere una visita al giardino giapponese dove si possono vedere alberi nani. 

Bagni termali Széchenyi di Budapest

Bagni termali Széchenyi di Budapest

I Bagni termali Széchenyi si trovano nel cuore del parco Városliget, vicino alla Piazza degli Eroi. La struttura dei bagni termali risale al 1881 e successivamente vennero eseguiti lavori di ampliamento che fecero si che venissero considerati tra i più grandi bagni termali d’Europa. Negli anni 60 venne ampliata con la creazione dell’edificio termale e della struttura ospedaliera con l’ambulatorio dedicato alla fisioterapia. Le acque del complesso sono ricche di minerali dalle proprietà curative e sgorgono da una fonte artesiana che possiede due sorgenti di acqua ad una profondità di circa 1000 metri che vengono convogliate in delle strutture per portarle in superficie.

HAI TROVATO INTERESSANTE QUESTO ARTICOLO? LASCIA IL TUO MI PIACE – UN TUO COMMENTO O UNA CONDIVISIONE.

Vuoi ricevere le nostre offerte di gruppo ? Viaggia con noi iscrivendoti alla nostra newsletter

Newsletter

ARTICOLI CORRELATI
- Pubblicità -spot_img

Più Letti