AL CENTRO DI MOLTE DISCUSSIONI

Croceristi

Le navi da crociera, loro malgrado, sono state e sono tuttora al centro di molte discussioni per niente positive per l’immagine del settore. Il comportamento dei croceristi è stato molto collaborativo. Molti hanno deciso di posticipare la vacanza a data da destinarsi, accettando i voucher proposti dalle compagnie al posto del rimborso. Un atteggiamento di vitale importanza per la sopravvivenza del settore.

CROCERISTI

Nelle ultime ore la Clia è intervenuta per tranquillizzare i passeggeri over 70. Infatti è trapelata la notizia, per nulla infondata, che per questa fascia di età stesse per entrare in vigore l’obbligo di dimostrare il perfetto stato di salute prima di salire a bordo. Un provvedimento che prevede che i passeggeri di età superiore ai 70 anni, o quelli più giovani con patologie croniche, devono esibire un certificato medico per confermare il proprio stato di salute. Ovviamente non è il caso delle compagnie più popolari sul mercato italiano. Ma questa procedura è stata immediatamente scartata. A bordo di tutte le navi ci sarà un aumento della fornitura di dispositivi di protezione individuale e in alcuni viaggi, potrebbe essere richiesto all’equipaggio di indossare mascherine.

Mentre la Princess Cruises ha intraprese altre iniziative che introdurrà una volta archiviata l’emergenza Covid-19.Tra gli elementi vi sono le possibili sanzioni legali per chiunque abbia falsificato il questionario medico pre-imbarco per chiunque abbia una grave condizione medica.

Croceristi

HAI TROVATO INTERESSANTE QUESTO ARTICOLO? LASCIA IL TUO MI PIACE – UN TUO COMMENTO O UNA CONDIVISIONE

Seguici o condividi i nostri articoli sui SOCIAL