CROCIERA RIMBORSATA

msc meraviglia crociera rimborsata

MSC Crociere ha comunicato a tutti i 4.580 ospiti a bordo che, a seguito di quanto accaduto, la loro crociera verrà rimborsata al 100%. Va ricordato che MSC Meraviglia non aveva potuto effettuare gli scali programmati a Ocho Rios, Giamaica e a George Town, Grand Cayman. I passeggeri non erano potuti sbarcare nelle due isole perché le autorità locali avevano deciso di ignorare i protocolli sanitari. Ciò aveva generato tensione a bordo in quanto diversi passeggeri volevano scendere dalla nave. Arrivati a Cozumel, Messico, si è dovuto attendere il permesso delle autorità locali.

Dopo diverse ore di controlli sanitari, la compagnia di navigazione MSC Crociere informa che la nave MSC Meraviglia ha ricevuto il nulla osta sanitario da parte dei funzionari sanitari messicani. Da tener presente che una folla di persone del luogo manifesta con veemenza e slogan offensivi contro lo sbarco dei croceristi. Nessuno è sceso sull’isola viste le proteste a bordo, peraltro ben gestite dal personale della nave, e i disordini a terra.

LA NAVE FARA’ RITORNO A HOME PORT A MIAMI

crociera rimborsata msc meraviglia

Salterà la prevista tappa a Ocean Kai, riserva naturale privata di MSC. La nave farà ritorno direttamente a l’home port di Miami domenica 1 marzo. MSC Crociere si scusa con tutti i suoi ospiti e ha deciso di rimborsare a tutti il 100% della crociera. 

LA DICHIARAZIONE DI PIERFRANCESCO VAGO

pierfrancesco vago msc crociere crociera rimborsata

Pierfrancesco Vago, Executive Chairman di MSC Cruises, ringrazia le autorità messicane per la loro professionalità nella gestione dei protocolli di salute preventiva, che sono l’unico modo certo per dare le giuste rassicurazioni alla popolazione a terra, agli ospiti e all’equipaggio a bordo. Le deludenti decisioni prese da Giamaica e Grand Cayman di non consentire ai passeggeri di sbarcare nelle isole, dipendono dalla paura e dal non aver seguito le corrette pratiche sanitarie. Questo atteggiamento comporta l’insorgere di un’inutile e ingiustificabile ansia non solo per i passeggeri e per l’equipaggio, ma anche per l’intero settore turistico caraibico.

HAI TROVATO INTERESSANTE QUESTO ARTICOLO? LASCIA IL TUO MI PIACE – UN TUO COMMENTO O UNA CONDIVISIONE.

Seguici o condividi i nostri articoli sui SOCIAL
RSS
Follow by Email
Facebook0
Twitter20
Instagram0