fbpx
giovedì, Maggio 26, 2022
spot_img
HomeEscursioniGerusalemme (Israele) - ESCURSIONE fai da te

Gerusalemme (Israele) – ESCURSIONE fai da te

Seguici sui nostri canali social

Città

Gerusalemme è una città della Palestina centrale, proclamata da Israele propria capitale unita e indivisibile nel 1980. La città è situata nella parte più alta dell’altopiano della Giudea. Considerata ‘città santa’ da ebrei, cristiani e musulmani, è composta da una parte antica circondata da mura che racchiudono luoghi sacri cristiani e da una moderna che comprende i quartieri industriali e alcuni notevoli edifici pubblici. La città vecchia è il luogo ideale per scoprire il fascino della città con i suoi quattro quartiere: Il cristiano, l’ebraico, il musulmano e quello armeno. Per ammirare il panorama di Gerusalemme i punti più belli dove recarsi sono: il campanile della Chiesa del Redentore, la Sinagoga di Hurva e la torre di Erode. La valuta ufficiale di Gerusalemme è il nuovo shekel israeliano (ILS). 1ILS = € 0,29; 1€ = 3,49 ILS

Come recarsi a Gerusalemme

Dall’ Italia ci sono voli in partenza da Roma e Napoli per Tel Aviv per poi raggiungere Gerusalemme. L’aeroporto è dotato di tre terminal e la maggior parte dei voli internazionali da Madrid, Londra, Hong Kong, Monaco, Copenaghen,  Roma o New York atterrano al T3. I controlli in aeroporto sono molto severi per cui è consigliabile una verifica dei documenti necessari per accedere in Israele. Dall’aeroporto si può raggiungere Gerusalemme con i treni della compagnia Israel Railways, con gli autobus che partono dalla T3 o con lo Sherut “taxi condiviso”.

Il Muro del pianto

Gerusalemme, culla delle tre religioni monoteiste, raccoglie resti e simboli di Cristianesimo, Islam ed Ebraismo e il muro del pianto è uno di questi. Tecnicamente parlando, il Muro del pianto non è altro che il muro occidentale di contenimento che sosteneva la parte esterna della spianata del Monte Moriah, dove sorgeva il Secondo Tempio, ma, per gli Ebrei, ha un grandissimo valore evocativo e simbolico, è infatti il luogo più sacro all’Ebraismo. Il Muro oggi si trova nella Città Vecchia, ai piedi della Spianata delle Moschee è preceduto da una grande piazza, sempre gremita di gente, che funge da sinagoga all’aperto. Si può notare che l’area è divisa in due parti: la zona a sud, più piccola è riservata alla preghiera delle donne, mentre quella a nord, più grande è per gli uomini.

Nell’avvicinarsi al Muro si vedranno persone che inseriscono dei bigliettini: si tratta di preghiere; si dice infatti che le preghiere inserite nel Muro vengono esaudite. Da non mancare di visitare i 485 mt di tunnel del Muro Occidentale che circondano il tempio e che conducono all’antico Sancta Sanctorum, dove si trovava l’Arca dell’Alleanza, e alla Pietra della Fondazione. Si può raggiungere coi bus 1 e 3 e scendere alla fermata Ma’ale HaShalom. A poche centinaia di metri da qui si possono visitare: Tunnel del Muro del Pianto, Monte del Tempio , Cupola della Roccia, Parco Archeologico di Gerusalemme e Museo archeologico Wohl.

La Basilica del Santo Sepolcro – Gerusalemme

La Basilica del Santo Sepolcro - Gerusalemme

La Basilica del Santo Sepolcro, chiamata anche la Chiesa della Resurrezione, è costruita sul luogo dove avvennero gli ultimi eventi della vita terrena di Gesù: Crocifissione, Unzione, Sepoltura e Resurrezione. Il complesso sorge sul sito del Golgota (la Collina del Calvario) dove, secondo il Nuovo Testamento, Gesù fu crocefisso e risorse. L’edificio contiene anche quello che la tradizione considera il luogo della sepoltura di Gesù. All’ingresso della Chiesa si può contemplare la Pietra dell’Unzione dove fu posto il Corpo di Gesù per prepararlo alla sepoltura. È consuetudine dei pellegrini baciare la lastra di pietra o ungerla con dell’olio. Poi sul lato meridionale dell’altare principale c’è una scala in pietra che porta ad una stanza rialzata, che rappresenta il Monte Golgota dove Gesù fu crocifisso ed è la sala più decorata dell’intera Chiesa.

Edicola - Gerusalemme

Infine l’Edicola, un mausoleo dove è posta la tomba di Gesù. La Basilica è considerata la Chiesa delle Chiese, infatti in essa si riuniscono, secondo le rispettive tradizioni i Copti, i Greci ortodossi, i Francescani, gli Armeni, i Siriani e gli Etiopi. Si può raggiungere in bus linea 38 dalla Porta di Giaffa e da via King George; linee 1 o 3 dalla Porta di Damasco e dalla stazione centrale dei bus e scendere alla fermata Ma’ale HaShalom, vicino al Muro del Pianto. A poche centinaia di metri da qui si possono visitare: Suq di Gerusalemme, Città Vecchia, Porte della Città Vecchia e Museo Torre di Davide.

Monte del Tempio

Monte del Tempio - Gerusalemme

Questo luogo è chiamato dagli ebrei Monte del Tempio, mentre per i musulmani è la Spianata delle Moschee perché vi sorgono numerosi edifici islamici. Dopo La Mecca e la Medina è il luogo più sacro per i musulmani, dispone di 9 porte da cui è possibile uscire, ma non entrare. Infatti l’accesso da tutti gli ingressi è consentito solamente ai musulmani, mentre tutti i turisti vengono sottoposti a controlli e dovranno accedere percorrendo una lunga passerella di legno. Gli interni delle moschee non sono visitabili ai non musulmani poiché sono importanti luoghi di preghiera. Il monumento più spettacolare è la Cupola della Roccia importante per le religioni dell’islam e dell’ebraismo che considerano la grande roccia, ospitata all’interno della cupola, come la Pietra della Fondazione.

Moschea Al-Aqsa di Gerusalemme
Moschea Al-Aqsa

Per i musulmani, la roccia è il posto dove Abramo sacrificò suo figlio Isacco e in cui Maometto ascese al cielo. Gli ebrei considerano la roccia il luogo dove il Re Salomone fece edificare il Primo Tempio dove fu conservata l’Arca dell’Alleanza. Da visitare la Cupola dell’Ascensione, la Moschea Al-Aqsa costruita nel VIII° secolo sulle rovine del Primo Tempio e la Cupola della Catena. Si può raggiungere coi bus 1 e 3 fino alla fermata Ma’ale HaShalom. A poche centinaia di metri da qui si possono visitare: Cupola della Roccia, Muro del Pianto, Tunnel del Muro del Pianto, Via Dolorosa e Basilica dell’Ecce Homo.

Monte degli Ulivi

Monte degli Ulivi e Giardino dei Getsemani - Gerusalemme

Il Monte degli Ulivi deve il suo nome ai moltissimi alberi di ulivo che ricoprono il monte. Per gli ebrei era il Monte dell’Unzione, perché con l’olio prodotto dagli ulivi si ungevano i Re e i Sacerdoti. In questo luogo si sono svolti gli ultimi periodi di vita di Gesù. Infatti sul monte si trovano la Grotta del Getsemani, il Sepolcro di Maria e la Chiesa di Tutte le Nazioni. Il Monte degli Ulivi rappresenta un eccellente belvedere con una vista unica della città fortificata, della Città di David e della Valle del Cedron. Il Monte si trova di fronte alla Porta d’Oro, per cui le viste del Monte del Tempio e della Cupola della Roccia sono meravigliose. Autobus: linea 255 fino a A-Shaiah A, ma l’opzione più facile è il taxi al costo di circa € 8,00.

Giardino dei Getsemani – Gerusalemme

Getsemani, luogo simbolo della passione di Cristo, è un piccolo oliveto poco fuori la città vecchia che si trova ai piedi del Monte degli Ulivi. Il giardino del Getsemani è stato sempre meta di pellegrinaggio da parte dei cristiani. Sui resti di due precedenti chiese oggi sorge la Chiesa di tutte le Nazioni, nota come Basilica dell’Agonia. Qui c’è una parte della roccia dove Gesù pregò e sudò sangue prima di essere arrestato. Sul Monte degli Ulivi si può visitare anche la Chiesa Russa-Ortodossa di Santa Maria Maddalena. Questa chiesa fu fatta edificare, nel XIX° secolo, dallo Zar Alessandro III in onore di sua madre, l’imperatrice russa Maria Alexandrovna. Nella chiesa sono conservati i resti di due santi martiri ortodossi, la Gran Duchessa russa Elisabetta Feodorovna e la sua consorella Varvara Yakavleva.

Chiesa di tutte le Nazioni

Chiesa di tutte le Nazioni

Nella Chiesa di tutte le Nazioni, situata alle falde del Monte degli Ulivi, è custodita la Roccia dell’Agonia, per cui è un luogo sacro di pellegrinaggio per i cristiani. Infatti su questa roccia Gesù stava pregando quando fu arrestato dai romani. Sorge sul luogo dove nel IV° secolo c’era un tempio bizantino, trasformato in Basilica dai crociati e distrutto con l’occupazione islamica. Il nome della Basilica è dovuto al fatto che nel XX° secolo numerosi Paesi contribuirono alla sua costruzione. In memoria di ciò le 12 cupole hanno le volte dipinte con gli stemmi dei Paesi che hanno partecipato alla costruzione. La Chiesa ha una splendida facciata, con mosaici colorati a tre archi. L’interno presenta elementi architettonici tipici delle basiliche cristiane fusi con tratti tipici degli edifici islamici.

Via Dolorosa

Il percorso della Via Dolorosa rappresenta il tragitto, composto da 14 stazioni, di Gesù prima della sua morte. La via inizia dall’antico pretorio di Pilato e termina alla Basilica del Santo Sepolcro dove fu crocifisso. Su questa strada si trovano  la Cappella della Flagellazione e della Condanna, l’Arco dell’Ecce Homo ed altri edifici per ricordare il suo incontro con la madre e gli incontri con Veronica e Simone il Cireneo. Su questa via da visitare la Basilica dell’Ecce Homo, che fa parte del Convento delle Sorelle di Sion. Fu costruita sul luogo in cui Gesù fu torturato dai romani e umiliato da Ponzio Pilato con la storica frase “Ecco l’Uomo”. Nelle gallerie della Basilica ci sono reperti archeologici risalenti all’epoca di Cristo. Dalla terrazza del Convento si gode di una splendida vista su Gerusalemme e su tutti i monumenti più rappresentativi della Città Santa.

La Chiesa dell’Assunzione di Maria

La Chiesa dell’Assunzione di Maria - Gerusalemme

La Chiesa dell’Assunzione di Maria, più famosa come la tomba di Maria, è posta ai piedi del monte degli Ulivi. Questa chiesa, tolta ai francescani nel 1757 è ora proprietà comune dei greci-ortodossi e degli armeni. La tomba della Vergine è un blocco di pietra, isolato dal banco roccioso con due aperture che servono da passaggio per i pellegrini. La roccia su cui fu deposto il corpo della Madonna, protetta da un cristallo, è corrosa dal tempo e dalla devozione dei fedeli, che in passato asportavano pezzetti di pietra come reliquie. Il foro sul soffitto della grotta funge da sfiatatoio per il fumo delle candele e delle lampade. La chiesa sotterranea è impreziosita da quadri, lampade e pregevoli icone, tipico dello stile cristiano-orientale di ornare le chiese.

Antiche mura della città – Gerusalemme

Antiche mura della città di Gerusalemme

La Città Vecchia comprende al suo interno 4 quartieri di religioni diverse: araba, cristiana, ebraica e armena. La cinta muraria dispone di 9 porte d’accesso alla città. Attraversando queste porte si nota il fascino e il multiculturalismo della città, meta di musulmani, ebrei, pellegrini cristiani e turisti da tutto il mondo. La Porta di Giaffa, fatta costruire da Solimano il Magnifico, immette al quartiere armeno; Dalla Porta di Sion si accede al cenacolo e al quartiere ebraico; Dalla Porta delle Immondizie si accede al Muro del Pianto e alla Spianata delle Moschee; La Porta di Damasco, chiamata dagli arabi Porta della Colonna, permette l’accesso al quartiere mussulmano e al grande suq; La Porta dei Leoni, stazione di partenza della Via Dolorosa, collega la Città Vecchia con il Monte degli Ulivi e la Valle di Giosafat.

Città di David e Monte Sion – Gerusalemme

La Città di David è uno dei siti archeologici più importanti di tutta Israele e corrisponde al nucleo originario della città. Si trova nelle vicinanze del Muro del Pianto e si sviluppa per gran parte sottoterra dove vi sono tunnels alcuni dei quali sono immersi nell’acqua. Infatti per visitare la città di David bisogna munirsi di scarpe idrorepellenti e torcia per attraversare il tunnel di Ezechia perché vi sono dei punti dove l’acqua raggiungr il 1/2 mt. di altezza. Questo tunnel collega la sorgente di Gihon, utilizzata per fornire acqua alla città, alla piscina di Siloam dove si lavò il cieco guarito da Gesù.

Monte Sion - Gerusalemme

Il centro di Gerusalemme si trovava sulle pendici del Monte Sion dove si possono ammirare dei siti biblici come i resti del Palazzo dei Sovrani, la Sorgente di Gihon dove avvenne l’incoronazione del Re Salomone, la Piscina di Siloam, la Basilica della Dormizione di Maria e la Tomba di Davide luogo sacro per ebrei, cristiani e musulmani. Nella parte superiore della tomba è situato l’antico Cenacolo dove Gesù svolse l’ultima cena con i suoi discepoli. Per raggiungere il Monte prendere l’autobus linea 38.

Yad Vashem – Museo dell’Olocausto

Yad Vashem

Il Museo, situato in cima al Monte Herzl, è un grande complesso suddiviso in più zone, la più importante è il Museo della Storia dell’Olocausto. All’interno vi sono nove gallerie che raccontano la storia tragica degli Ebrei da prima dell’Olocausto alla morte. La parte più commovente è la Sala dei Nomi, un grande monumento dove si possono vedere le foto e i nomi di oltre tre milioni di vittime. All’esterno c’è il Giardino dei Giusti dove vi sono oltre 2.000 alberi in memoria di chi si è opposto ai crimini contro l’umanità; La Cripta del Ricordo dove c’è una fiamma eterna in onore di tutti gli ebrei morti; Il Memoriale dei bambini in ricordo di più di 1,5 milioni di bambini ebrei vittime della shoah; Il Monumento ai Deportati, un vagone ferroviario sospeso sul fianco della montagna.

Il mercato Mahane Yehuda – Gerusalemme

Da non perdere, fuori dalla Città Vecchia, una visita al mercato Mahane Yehuda le cui origini risalgono ai tempi del dominio ottomano. In questo mercato, oltre a comprendere lo stile di vita della città, si ha la possibilità di assaggiare le  specialità locali e delle varie etnie presenti sul territorio. Infatti nel mercato si intrecciano culture diverse in quanto meta di Ebrei ortodossi, palestinesi, armeni, arabi e turisti di tutto il mondo per cui si assiste ad uno spettacolo di diversità di vestiario e linguistica. La parte più grande del mercato si estende sulla Jaffa Street con vari vicoletti dove ci sono bancarelle che espongono i loro prodotti composti principalmente da frutta, carne e pesce appena pescato.

Hai trovato interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace – Un tuo commento o una condivisione.

Vuoi ricevere le nostre offerte di gruppo ? Viaggia con noi iscrivendoti alla nostra newsletter

Newsletter

ARTICOLI CORRELATI
- Pubblicità -spot_img

Più Letti