fbpx
sabato, Ottobre 23, 2021
spot_img
HomeEscursioniGOZO (Isole maltesi) - ESCURSIONE fai da te

GOZO (Isole maltesi) – ESCURSIONE fai da te

Seguici sui nostri canali social

Isola di Gozo

Gozo

Gozo è un’isola nel Mar Mediterraneo ed è la seconda isola per superficie dell’arcipelago delle Isole Calipsee. Ricca di notevoli paesaggi naturali, Gozo è conosciuta a livello internazionale per i fondali marini. Separata da 5 Km di mare dalla principale isola di Malta, è raggiungibile in soli 20 minuti di battello. Gozo è un luogo tranquillo e semplice, con un clima mite tutto l’anno, con spiagge meravigliose e con veri gioielli di storia e bellezze naturali. Tutte le strade in Gozo conducono a Victoria, anche conosciuta come Rabat, la cui cittadella fortificata si trova in cima alla collina.

Centro storico Rabat – Gozo

Gozo

Rabat o Victoria è il capoluogo dell’isola di Gozo, una piccola città fortificata nel cuore del paese ed ospita un centro visitatori, la Cattedrale, tre musei e le vecchie prigioni, il tutto circondato da bastioni difensivi. L’ingresso nella Cittadella è gratuito mentre è a pagamento l’ingresso in tutte le strutture al suo interno. Tutta la settimana ci sono traghetti che collegano Malta e Gozo, il porto di imbarco è Cirkewwa a nord ovest di Malta, fino a Mgarr a Gozo.

Victoria - Gozo

Victoria è dominata dalla sua Cittadella, o Gran Castello, posta a 140 metri di altitudine. All’ingresso c’è un Centro visitatori che mostra, tramite una presentazione audiovisiva, la storia del sito. Il Centro visitatori, musei e prigioni hanno un biglietto unico, la Cattedrale invece ha un biglietto a parte. Il costo ingresso è di € 5,00 per gli adulti; € 3,50 per i ragazzi fra i 12 e i 17 anni, e over 60 anni; € 2,50 per i bambini dai 6 agli 11 anni. Mentre il  biglietto d’ingresso alla Cattedrale è di € 4,00 ed include l’accesso al Museo della Cattedrale. 

Cattedrale dell’Assunzione – Gozo

Cattedrale dell'Assunzione - Gozo

La Cattedrale, una bella struttura barocca a croce latina, è costruita interamente in pietra calcarea locale. L’ingresso riccamente decorato con frontone sovrastante è ripreso in alto da una nicchia profondamente incassata con una statua della Madonna. La Cattedrale attuale fu costruita tra il Settembre 1697 e l’Agosto 1711 dall’architetto maltese  Lorenzo Gafà sulle rovine della precedente chiesa. Da ammirare alcune opere quali: La Cappella sacramentale che ospita i dipinti raffiguranti la Beata Maria Vergine del La Soledad e il Cuore di Gesù di Francesco Zahra; Ultima Cena e San Francesco di Paola dipinti da Giuseppe d’Arena; Trasfigurazione di Nostro Signore Gesù Cristo opera di scuola romana. Il Museo della Cattedrale possiede una graziosa collezione di oggetti religiosi utilizzati dalla Chiesa, come crocifissi e calici.

Basilica di San Giorgio – Gozo

Basilica di San Giorgio - Gozo

La Basilica di San Giorgio, soprannominata la Basilica di Marmo, è in stile  barocco e fu eretta durante la seconda metà dell’XVII secolo e dedicata a San Giorgio Martire. La basilica è suddivisa in tre navate ed è ricca di  affreschi, molto interessanti anche il baldacchino e la statua di san Giorgio di Pawlu Azzopardi. Gli affreschi sul soffitto e nella cupola sono di Giovanni Battista Conti. Da visitare le varie Cappelle come quelledi Santa Caterina d’Alessandria, di Santa Teresa di Lisieux e di San Gaetano. In questa ultima era attestato il primitivo altare della Santa Croce.

Musei Cittadella – Gozo

Museo di archeologia - Gozo

MUSEO DI ARCHEOLOGIA: Il museo si trova subito dietro l’originaria porta di accesso alla Cittadella ed è ospitato in una raffinata casa a schiera del XVII secolo che un tempo era la residenza della famiglia Bondì. Il Gozo Museum of Archaeology ospita manufatti di natura archeologica ed etnografica ed illustra la storia culturale di Gozo dalla preistoria al primo periodo moderno. Temi come la sepoltura, la religione, l’arte, il cibo e la vita quotidiana. L’esposizione permanente del museo è suddivisa in tre sezioni principali: Preistoria, Epoca Classica, Epoca Medievale e Prima Moderna.

MUSEO DEL FOLKLORE: Il museo è ospitato in un gruppo di case interconnesse in Bernardo de Opuo Street. Ospita una vasta gamma di mostre che illustrano i modi di vita domestici, rurali e tradizionali locali. Il piano terra e il piano rialzato sono dedicati in gran parte ai mestieri e alle competenze rurali con uno spettacolare mulino. Il primo piano ospita una mostra di oggetti legati ad importanti mestieri locali, come la lavorazione del merletto, della tessitura, articoli legati all’industria del cotone, come la sgranatrice e il filatoio. 

MUSEO DELLA NATURA: Raccoglie collezioni di geologia, fauna e flora tipiche di Malta, approfondendo come si è formato l’arcipelago maltese, e quali sono le piante e la fauna tipiche del luogo.

ANTICA PRIGIONE: La struttura comprende sei grandi celle con volte ad arco al piano terra, a cui si aggiungono tre celle sotterranee in cui venivano reclusi i criminali più pericolosi. Pensata come parte integrante del tribunale della Cittadella, la prigione venne costruita nel 1548.

I Templi di Ġgantija

I templi megalitici di Ġgantija - Gozo

I templi megalitici di Ġgantija situati a Xagħra due dei sette dichiarati patrimonio dell’umanità dall’UNESCO. Le loro strutture, risalenti all’Età del rame, sono ben conservate, alcuni dei megaliti dei templi superano i cinque metri di lunghezza e pesano più di cinquanta tonnellate. L’origine del loro nome è dovuto alla leggenda che narrava che dei giganti avessero costruito questi templi preistorici. Resti di ossa di animali scoperti in questo sito suggeriscono una sorta di rituale che coinvolgeva il sacrificio di animali. L’uso del fuoco è dimostrato dalla presenza di focolari in pietra.

I Templi di Ġgantija Gozo

La Basilica di Ta’Pinu

Basilica di Ta’Pinu - Gozo

La Basilica di Ta’ Pinu è il luogo di pellegrinaggio più famoso di Malta e la testimonianza più autentica della spiritualità  dell’arcipelago. La leggenda racconta di una donna di nome Karmela che passando vicino alla chiesa udì una voce di donna che la invitava a entrare. Dopo essere entrata sentì nuovamente la voce che le chiedeva di recitare tre volte l’Ave Maria. La donna ubbidì per poi tornare a casa. In seguito sull’isola si verificarono molti miracoli e, in segno di gratitudine, gli abitanti della zona decisero di costruire una nuova Basilica che integrasse al proprio interno l’antica chiesa. Completata nel 1932, la Basilica di Ta’ Pinu venne proclamata Basilica Minore da Papa Pio XI. Nel corso degli anni diversi pontefici hanno visitato la basilica, gli ultimi in ordine di tempo sono stati Papa Giovanni Paolo II nel 1990 e Papa Benedetto XVI nel 2010.

Dwejra Bay

Gozo

Nella la spettacolare Dwejra Bay si può ammirare il Mare Interno creatosi dopo il crollo della volta di una grande caverna. In questa zona, si poteva ammirare la maestosa  Finestra Azzurra un arco di pietra scavato dal mare crollata l’8 Marzo 2017. Altre meraviglie della natura sono: La Fungus Rock, La Inland Sea e Il Blue Hole.

Fungus Rock, originariamente in italiano Pietra del Generale o Rocca del Generale
Inland Sea - Gozo
La Inland Sea è una laguna marina collegata al mare da un tunnel lungo 80 metri che scende sotto le alte falesie.
 Blue Hole - Gozo
Il Blue Hole è un famoso sito di immersioni il mare è raggiungibile attraverso un arco subacqueo di 7 metri.

Baia di Xewkija

Baia di Xewkija - Gozo

Gozo è anche famosa per essere uno dei migliori luoghi dove immergersi alla scoperta di porti naturali, baie raggiungibili solo in barca come quella di Xewkija, insenature, grotte come quella del Corallo e dell’Antro blu e rocce dalle curiose forme come la Roccia del Fungo e la Roccia del Coccodrillo. Xewkija, che si trova tra  Għajnsielem e la capitale Victoria, è il villaggio più antico di Gozo ed è famosa per la sua chiesa, la Rotonda di Xewkija, dedicata a San Giovanni Battista. 

Golden Bay

Golden bay - Gozo

La baia offre moltissime opportunità per fare attività. L’acqua è sicura per nuotare, anche se a volte il mare è agitato a causa delle correnti molto forti ma ci saranno bandiere rosse che delimitano la zona poco profonda. E’ la baia più frequentata dopo la baia di Mellieha.

Baia di Ramla

La Baia di Ramla è considerata la più bella spiaggia dell’isola con una particolare colorazione rossa della sua finissima sabbia. A poca distanza dalla spiaggia sul crinale della vicina cresta rocciosa, c’è la grotta di Calipso dell’Odissea di Omero dalla cui posizione si può ammirare la baia in tutto il suo splendoreDista 11 Km da Victoria ed è facilmente raggiungibile anche dal villaggio di Nadur, avvalendosi del servizio autobus. Nelle vicinanze di Ramla Bay si trovano altre due piccole spiagge sabbiose: San Blas Bay e Daħlet Qorrot. San Blas Bay è molto difficile da raggiungere perché c’è una stradina in cattive condizioni, mentre Daħlet Qorrot è molto più affollata.

Questa baia spettacolare di Daħlet Qorrot è utilizzata da molti pescatori che hanno convertito alcune grotte della zona in rimesse per barche. Potrete nuotare in acque azzurre e cristalline e rilassarvi sugli scogli delle formazioni rocciose di globigerina, la tipica pietra maltese.

Marsalform

Il villaggio di Marsalforn è situato tra le cittadine di Xaghra  e Zebbug ed è la spiaggia turistica preferita nell’isola di Gozo. Infatti ospita varie scuole di immersioni e una bellissima spiaggia al centro della baia. La chiesa del villaggio è dedicata a San Paolo perché una leggenda racconta che l’apostolo naufragò a Malta e per imbarcarsi per la Sicilia  partì da Marsalforn.

Xlendi

HAI TROVATO INTERESSANTE QUESTO ARTICOLO? LASCIA IL TUO MI PIACE – UN TUO COMMENTO O UNA CONDIVISIONE.

Newsletter

ARTICOLI CORRELATI
- Pubblicità -spot_img

Più Letti