NAVE OCEANOGRAFICA

NAVE ROMPIGHIACCIO

SI CHIAMA LAURA BASSI

L’Italia ha la sua nave rompighiaccio. Si chiama Laura Bassi ed è una nave oceanografica, utilizzata per le attività scientifiche e come supporto logistico per esplorazioni antartiche italiane. Acquistata dal British Antarctic Survey, (l’ente nazionale inglese che si occupa della ricerca e divulgazione scientifica sull’Antartide).

Originariamente, questa nave si chiamava “Ernest Shackleton” come il famoso esploratore polare britannico. Era di proprietà della compagnia di navigazione norvegese Rieber Shipping, che gestisce navi offshore di supporto sottomarino, navi sismiche marine, navi rompighiaccio e spedizioni polari di logistica e ricerca con sede a Bergen.

ORGOGLIO ITALIANO

Chiamata Laura Bassi in onore della scienziata italiana che nel 1700 divenne la prima donna al mondo a ottenere una cattedra universitaria. E’ l’unica nave italiana in grado di operare sia in Antartide sia in Artico. La nave rompighiaccio a metà dicembre è salpata per una missione che la condurrà nelle acque del Polo Sud, ma la campagna scientifica inizierà dal mese di Gennaio 2020, ha precisato Paola Rivaro, oceanografa dell’università di Genova e responsabile scientifica della spedizione e ha poi dichiarato: La nave serve per studiare le acque in relazione ai cambiamenti climatici, monitorare la superficie del ghiaccio, la fusione della calotta polare e la contaminazione ambientale.

CARATTERISTICHE DELLA NAVE

stazza di 4028 ton.; lunghezza 80 metri; larghezza 17 metri; capacità di carico di 3 mila metri cubi; una gru di 50 tonnellate; 22 uomini di equipaggio e può ospitare 50 persone con autonomia di navigazione di 60 giorni con una velocità di crociera di 12 nodi. Oltre ad un ospedale perfettamente attrezzato, ci sono due laboratori di ricerca con banchi di lavoro e una pista di atterraggio per elicotteri da 10 tonnellate di portata.

HAI TROVATO INTERESSANTE QUESTO ARTICOLO? LASCIA IL TUO MI PIACE – UN TUO COMMENTO O UNA CONDIVISIONE

Seguici o condividi i nostri articoli sui SOCIAL