Alla ricerca di un porto

Panico a bordo, tra passeggeri e personale, con la speranza di trovare un porto dove poter attraccare. Tanta paura per i 718 passeggeri, un incubo che ancora non si sa come andrà a finire. Paura su Costa Victoria alla ricerca di un porto:

paura su costa victoria

La nave era salpata da Venezia il 5 gennaio e avrebbe concluso il suo viaggio attorno al mondo a fine marzo, dopo aver fatto scalo nei principali porti dei cinque continenti. Ma con l’esplosione della pandemia, la nave si è vista rifiutare, uno dopo l’altro, l’accesso in tutti i porti di destinazione. La crociera è finita prima del tempo ed ora la grande nave sta facendo precipitosamente ritorno a Venezia dove giungerà il 28 marzo.

LA SITUAZIONE E’ COMPLICATA

Nei comunicati, Costa ripete che non ci sono contagiati a bordo, ma sono smentiti dalle mail di passeggeri e personale di bordo. Il 7 marzo, a Dubai si sono imbarcate persone che venivano da aree a rischio. Sulla nave molte persone vanno in giro tossendo e non hanno nessuna certezza. La situazione è complicata e c’è tanta paura. Non sono stati distribuiti dispositivi di protezione personali. Gli spettacoli sono stati sospesi per evitare la vicinanza, ma i ristoranti sono sempre pieni di persone.

Passeggeri – Paura su Costa Victoria

A bordo ci sono solo due medici e un paio di infermieri. (Aiutateci) è l’appello che lancia uno del personale di bordo. È assurdo far sbarcare 1.400 persone in un’area pesantemente colpita dal virus, se risultassero contagiati si andrebbe ad aggravare una situazione sanitaria già compromessa. I passeggeri vorrebbero sbarcare in un porto del sud, Bari oppure Napoli. Ma la nave che mercoledì è entrata nel canale di Suez, sta facendo rotta verso l’alto Adriatico. Le ipotesi sulla destinazione finale sono: Trieste o Venezia.

Paura su costa victoria alla ricerca di un porto

Molti passeggeri della Victoria sono australiani e sono convinti che la destinazione finale della nave sia rimasta quella prevista, cioè Venezia, una tra le zone focolai della pandemia. Costa non conferma ma nemmeno smentisce. Il presidente della Regione Veneto Luca Zaia si è dichiarato contrario all’attracco della nave alla stazione marittima di Venezia e ha così dichiarato: Non sappiamo quanti sono i contagiati a bordo e se hanno bisogno di cure, non siamo in condizioni di poter garantire nulla.

HAI TROVATO INTERESSANTE QUESTO ARTICOLO? LASCIA IL TUO MI PIACE UN TUO COMMENTO O UNA CONDIVISIONE.

Seguici o condividi i nostri articoli sui SOCIAL