ISOLA DI SANTORINI

Santorini

L’isola di Santorini, creatasi con il crollo del cratere lasciato da una violenta eruzione vulcanica, è l’isola più meridionale dell’arcipelago delle Cicladi nel mare Egeo. Il nome le fu dato dai veneziani in onore di Santa Irene a cui era dedicata la Basilica di Perissa, villaggio nella parte sud-orientale dell’isola. Santorini è un’isola, come già detto, di origine vulcanica con una laguna marina interna e un grande cratere situato a circa circa 20 km a sud-ovest dalla costa interna. Il suo capoluogo è Fira.

PORTO DI SANTORINI

Santorini - porto di Ammoudi
porto di Ammoudi

Per raggiungere il porto di Ammoudi, i croceristi vengono fatti scendere tramite scialuppe. Giunti al porto ci sono tre possibilità per raggiungere i centri abitati, esse sono: 1° Funivia che al costo di € 6,00 a tratta porta a Fira ; 2° Con i caratteristici asini; 3° Con catamarano che al costo di € 15,00 porta al porto di Athinios e tramite pulmino si arriva ad Oia.

Santorini - funivia
Funivia
Santorini - utilizzo degli asinelli
Asini

Se si vuole visitare sia Fira che Oia è consigliabile la terza possibilità perché utilizzando la funivia bisogna fare due volte la tratta Fira-Oia in bus, tempo di percorrenza circa 50 minuti, mentre andando prima ad Oia la tratta viene fatta una sola volta.

porto di Athinios

SANTORINI – tratta FIRA AD OIA

Santorini - tratta Fira - oia
Strada Fira – Oia

FIRA o THIRA

Santorini - Fira o Thira

A Fira si può ammirare la Cattedrale Ortodossa, posizionata sulla strada più turistica e con delle terrazze che offrono una meravigliosa vista sulla caldera, in cui sono custoditi affreschi dell’artista locale Asimis ed il Museo della Thera Preistorica, aperto dalle ore 9,00 alle ore 16,00 ( il lunedì è chiuso) con costo d’ingresso di € 3,00, dove sono esposti oggetti dell’età del bronzo provenienti dalla città di Akrotiri. Fira, situata sulla sommità di una scogliera, regala panorami stupendi di Nea Kameni, un’isola vulcanica ancora attiva situata poco a ovest. La piazza principale della città è Theotokopoulou Square, da dove si diramano una serie di suggestivi vicoli che attraversano tutta la città. La strada principale che attraversa Fira è la via 25 Marzo, interamente pedonale, con negozi di souvenir, gioiellerie, locali caratteristici e soprattutto moltissimi ristoranti che offrono gustosi menu di pesce.

OIA

Oia è una località all’estremità settentrionale di Santorini ed è la seconda città dell’isola. La città ha case imbiancate a calce scavate nelle scogliere selvagge e domina dall’alto una vasta caldera piena d’acqua. Ad Oia c’è il Museo Navale che espone reperti sulla storia della navigazione locale, tra cui antiche polene e modelli di vecchie navi. Da visitare la Chiesa Panagia di Platsani. Nelle vicinanze sorgono le rovine del Castello, famoso per i panorami che si possono ammirare. Oia, sorgendo su una scogliera, non ha delle vere spiagge ma gli unici posti dove è possibile fare un tuffo sono Armeni e Ammoudi raggiungibili percorrendo un sentiero e alla cui fine si troveranno piattaforme di roccia.

KAMARI- spiaggia

Santorini - Spiaggia di Kamari

Kamari è un località sulla costa orientale di Santorini. La spiaggia ha sabbia nera e un lungomare con molti bar. A sud c’è una montagna ripida e rocciosa sovrastata dalle rovine di Fira antica. Il sentiero si snoda fino a Perissa, un paesino balneare. Non lontano da Kamari, nella zona di Mesa Vouno, si trova il sito archeologico dell’Antica Thira, città del IX secolo a. C. . Agli inizi dell’anno 2000 sono stati scoperti l’antico santuario di Achille ed un calice del periodo ionico. Dall’antica Thira si può ammirare tutta la costa orientale dell’isola.

IMEROVIGLI

Santorini - Imerovigli

Imerovigli è una delle località più rinomate di tutta la splendida isola di Santorini, distante 2 km dalla capitale Fira, stupisce per la sua pace e la sua tranquillità ed inoltre offre una vista magnifica sui due vulcani e su tutta l’isola. Nei secoli passati era il principale avamposto difensivo contro i nemici, infatti il nome della città è composto dai termini greci “imera”(giorno) e “vigla”(vigilare). Proseguendo lungo il sentiero sopra Skaros si arriva alla chiesetta della Theoskepasti, costruita su una rocca da dove è possibile godersi lo spettacolo del sole che s’immerge nel mare.

Theoskepasti

LA CALDERA

La Caldera è il vero cuore pulsante di Santorini, a circa 400 metri di profondità esiste ancora un cratere del diametro di 10 km. Al centro della caldera vi sono molte sorgenti termali ed un nuovo vulcano il Nea Kameni, il cui aspetto è formato da massa lavica e l’acqua circostante è di colore verde per la presenza di zolfo, il cui odore aumenta con l’avvicinarsi alla bocca del vulcano. Visitare la caldera comporta una passeggiata sul vulcano, perciò è necessario calzare scarpe chiuse e dotarsi di molta acqua per placare la sete. Giunti alla bocca del cratere, dove la terra è caldissima, si assiste ad uno spettacolo mozzafiato con pietre e cristalli e con un grande bacino di pozzolana. E’ possibile fare un rigenerante bagno nell’acqua sulfurea prima di andare via.

AKROTIRI

Akrotiri era un’antica città portuale risalente all’età del bronzo ubicata nell’antica isola di Thera. La città fu distrutta e sepolta dall’eruzione del vulcano nel 1628 a.C. e fu riportata alla luce per merito dell’archeologo Marinatos. Grazie al manto vulcanico che ricoprì la città si sono conservati edifici, affreschi e ceramiche oltre ad un avanzato sistema fognario. Per studiosi di varie epoche Akrotiri è stata considerata la leggendaria Atlantide. L’ingresso al sito è di € 12,00 a persona.

VISITA DI SANTORINI

Hai trovato interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione.

Seguici o condividi i nostri articoli sui SOCIAL
RSS
Follow by Email
Facebook0
Twitter20
Instagram0

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.