Le crociere con itinerari modificati

Stati Uniti-

Negli Stati Uniti i protocolli per la ripartenza saranno simili a quelli adottati in Italia da MSC e Costa Crociere. Lo ha dichiarato Kelly Craighead CEO di CLIA. Il CEO prosegue dicendo che ciò è stato deciso dopo mesi di collaborazione con i principali esperti di salute pubblica. In una nota la CLIA, che rappresenta il 95% della capacità globale delle crociere oceaniche, spiega che gli itinerari delle crociere saranno modificati in base a protocolli che tuteleranno gli ospiti dalla prenotazione allo sbarco. Tutto ciò con il supporto e l’approvazione delle Autorità.

STATI UNITI

CLIA ha presentato il piano al CDC (Centers for Disease Control and Prevention) un importante organismo di controllo sulla sanità pubblica degli Stati Uniti d’America. I protocolli includono il test Covid-19 su passeggeri ed equipaggio prima dell’imbarco. Obbligo di mascherina a bordo e durante le escursioni; distanziamenti obbligatori nei terminal; miglioramento degli impianti di areazione anche attraverso filtri; escursioni a terra controllate e rifiuto di reimbarco per i passeggeri che non rispetteranno le regole. CLIA è in attesa di una risposta alla sua richiesta di informazioni relative alla ripresa sicura delle operazioni. Se tutto sarà risolto in breve tempo, le crociere riprenderanno entro il 2020.

HAI TROVATO INTERESSANTE QUESTO ARTICOLO? LASCIA IL TUO MI PIACE – UN TUO COMMENTO O UNA CONDIVISIONE

Seguici o condividi i nostri articoli sui SOCIAL