Sul molo di Piombino

COMPLETATO IN UNA NOTTE

In una notte è stato montato il posto medico avanzato, più grande e attrezzato, sul molo di Piombino a fianco della nave Costa Diadema. Una centrale operativa della Regione Toscana che tiene sotto controllo la situazione della Diadema, ancorata da lunedì nel porto con oltre 1200 persone a bordo. Intanto sono saliti a 164 i positivi al test sierologico, ma solo per 15 necessario il tampone. Se confermata la positività saranno trasferiti negli alloggi sanitari della Toscana.

IL PIU’ GRANDE PRESIDIO ESISTENTE IN TOSCANA

L’assessore regionale al diritto alla salute, Stefania Saccardi ha così dichiarato: Si tratta del più grande presidio mobile esistente in Toscana e di uno dei più tecnologici in Italia. Ringrazio le associazioni del volontariato socio sanitario, Anpas, Misericordie e Croce Rossa, che ci aiutano a garantire 24 ore su 24 il presidio del posto medico avanzato da parte di personale medico, paramedico di supporto logistico. Inoltre sarà la Cross, attraverso la sua articolazione toscana, ad occuparsi degli eventuali trasferimenti dei positivi negli alloggi sanitari che abbiamo in regione, secondo un’ottica di rete.

POSTO MEDICO sul molo di Piombino

Una struttura di 600 mq ed è dotata di molti locali. Due sono allestiti come postazioni di terapia intensiva in bio isolamento ed altre aree dedicate all’osservazione e alla valutazione dei casi. Il personale presente giorno e notte raggiunge le 8 unità. La struttura, organizzata in moduli, permette di rispettare gli standard di sicurezza del personale sanitario presente e al tempo stesso assicurare il bio contenimento dei pazienti. Fino a questo momento sono 5 i marittimi trasferiti negli ospedali: 3 in quello di Grosseto, 1 a Livorno, mentre quello ricoverato nell’ospedale di Siena è già stato dimesso.

HAI TROVATO INTERESSANTE QUESTO ARTICOLO? LASCIA IL TUO MI PIACE O UN TUO COMMENTO O UNA CONDIVISIONE.

Seguici o condividi i nostri articoli sui SOCIAL