Archivio dei tag latomia del paradiso siracusa

Luigi Ravnic DiLuigi Ravnic

ESCURSIONE fai da te SIRACUSA

CITTA’ DI SIRACUSA

PORTO GRANDE DI SIRACUSA - CROCIERE NEL CUORE

Dal 2020 Siracusa sarà pronta per accogliere varie compagnie di crociere, soprattutto la MSC con la quale è stato sottoscritto un piano triennale fino al 2022. Con la riqualificazione del Porto Grande è previsto la costruzione di un terminal, struttura fondamentale per procedere alle varie fasi del check-in, inclusi i controlli e lo smistamento bagagli. Il terminal dovrebbe essere realizzato facendo ricorso a strutture resistenti ma leggere e copertura tensostatica con doppio percorso per imbarco e sbarco passeggeri.

La sosta al porto è di 7/10 ore. Ad oggi, 29/10/2019, c’è stato l’attracco della Azamara Journey e della Berlin, nave da crociera con circa 800 passeggeri, mentre la Seabourne è rimasta in rada per mancanza di carta nautica aggiornata.

PORTO

PORTO DI SIRACUSA - CROCIERE NEL CUORE

ISOLA DI ORTIGIA

Il centro storico della città è Ortigia, collegata alla terra ferma da due ponti, il Ponte Umbertino e il Ponte Santa Lucia. Qui, in un dedalo di viuzze, sorgono moltissimi dei monumenti e dei musei più importanti, oltre a tanti ristorantini e locali. Senza dubbio il quartiere più interessante e al fine di preservare questo luogo è per lo più aperto maggiormente ai pedoni.

CENTRO STORICO DI Siracusa : Ortigia.
CROCIERE NEL CUORE

PONTE UMBERTINO

PONTE UMBERTINO SIRACUSA . 
CROCIERE NEL CUORE

Dopo averlo attraversato, si è subito accolti dalle colonne monolitiche del Tempio di Apollo

TEMPIO DI APOLLO

TEMPIO DI APOLLO SIRACUSA
CROCIERE NEL CUORE

Il tempio dorico più antico di tutta la Sicilia è stato trasformato, nel corso dei secoli, in chiesa bizantina, moschea araba e chiesa normanna per cui ci vuole molta fantasia per immaginarsi la maestosa struttura originale.

Dal tempio si prosegue per piazza Archimede.

FONTANA DI DIANA SIRACUSA
CROCIERE NEL CUORE
Fontana di Diana, Piazza Archimede.

Da piazza Archimede, a circa 2 Km, si arriva a piazza del Duomo considerata una delle piazze barocche più belle della Sicilia.

PIAZZA DEL DUOMO DI SIRACUSA
CROCIERE NEL CUORE
Piazza del Duomo

Questa grande area pedonale è circondata da molti edifici in pietra bianca e la loro architettura è magnifica e tuttora molta ben conservata. Potrete ammirare la Cattedrale Metropolitana della Natività di Maria Santissima (“Duomo di Siracusa”), il palazzo Beneventano, il Municipio, il Palazzo Arcivescovile e sicuramente anche la “Chiesa di Santa Lucia alla Badia”.

DUOMO

CATTEDRALE METROPOLITANA DELLA NATIVITA' DI MARIA SANTISSIMA SIRACUSA

Nella parte più alta di Ortigia c’è la Cattedrale Metropolitana della Natività di Maria Santissima, che vanta una delle più belle facciate della Sicilia, progettata in un misto di elementi barocchi e rococò. Il Duomo è tutelato dall’Unesco, al pari di tutti gli altri siti della Sicilia barocca. L’interno, più antico, ospita anche un bel crocifisso di epoca bizantina e un ricco tesoro. Il Duomo nei secoli è stato: tempio greco, bizantino, islamico e cristiano.

Durante la seconda guerra mondiale, con la minaccia di essere bombardati, i siracusani scavarono un rifugio antiaereo sotto il Duomo, ampliando gli scavi di un’antica cava di pietra: l’Ipogeo di piazza Duomo. Costo ingresso: Adulti € 5,00; Ridotto € 3,00.

CHIESA SANTA LUCIA ALLA BADIA

CHIESA DI SANTA LUCIA ALLA BADIA DI SIRACUSA
CROCIERE NEL CUORE

Merita una visita la Chiesa di Santa Lucia alla Badia. Il motivo è che dal 2009 l’edificio ospita un quadro del Caravaggio dipinto durante il soggiorno siracusano dell’artista. La tela, una pala raffigurante il “Seppellimento di Santa Lucia” (patrona di Siracusa), era originariamente collocata nella Chiesa di Santa Lucia al Sepolcro, fuori il centro storico della città. 

A pochi metri dal Duomo:

TEATRO DEI PUPI

TEATRO DEI Pupi SIRACUSA

Le epiche vicende di Carlo Magno, Rolando e i paladini sono al centro dell’Opera dei Pupi, tradizione siciliana che più siciliana non si può. Anche Siracusa ha il suo Teatro dei Pupi, a pochi passi dal Duomo, con una ricca stagione di spettacoli per grandi e piccini. Oltre al teatro merita una visita anche la Bottega del Puparo, dove i personaggi prendono vita dalla cartapesta grazie all’abilità di sapienti artigiani, e il Museo dei Pupi, dichiarato dall’Unesco Patrimonio Orale e Immateriale dell’Umanità, dove si può ammirare il patrimonio artistico della famiglia Vaccaro-Mauceri, storici pupari di Siracusa. Tuttora operativo il Teatro, per far vivere ai turisti la magia dell’”Opra dei Pupi” antichissima forma d’arte in cui reale e verosimile sono legati e spesso non distinguibili l’uno dall’altro.

A circa 600 metri da Piazza del Duomo:

FONTE ARETUSA

FONTE ARETUSA A SIRACUSA è uno specchio d'acqua nell'isola di Ortigia.
CROCIERE NEL CUORE

La Fonte Aretusa è uno specchio d’acqua nell’isola di Ortigia, nella parte più antica della città siciliana di Siracusa. La sua origine è lo sviluppo di uno dei tanti sfoghi della falda freatica che si trova nel siracusano, la falda che alimenta anche il fiume Ciane sul lato opposto del porto. La fonte circolare è uno dei simboli di Siracusa e vi crescono delle verdeggianti piante di papiro.

A 200 metri dalla fonte:

CASTELLO MANIACE

Il Castello Maniace sorge all’estremità dell’isola di Ortigia, all’ingresso del Porto Grande.

Il Castello Maniace sorge all’estremità dell’isola di Ortigia, all’ingresso del Porto Grande. L’impianto originario fu realizzato dal generale bizantino Giorgio Maniace per essere, in seguito, consolidato da Federico II di Svevia. Una passeggiata fra le torri e sui bastioni offre una vista incredibile, a quasi 360 gradi sul mare intorno alla città. Il castello presenta una poderosa struttura a quadrilatero di aspetto severo in virtù del suo scopo difensivo. Ai quattro angoli della costruzione vi sono quattro torri cilindriche con base ottagonale inserite armoniosamente nell’opera muraria. Nel 2009 si è svolto qui il G8 dell’Ambiente con la partecipazione di tutti i ministri al ramo dei paesi più industrializzati. In memoria dell’imperatore Federico II, nel giugno 2018 fu eretto una Stauferstele a sinistra dell’ingresso. Attualmente è sede di eventi e rassegne culturali. Biglietto intero: € 4,00; Ridotto: € 2,00

Altro itinerario consigliato ai croceristi partendo dal porto, passando per Corso Gelone è :

MUSEO ARCHEOLOGICO “PAOLO ORSI”

 Museo archeologico “Paolo Orsi”. Il Museo ha come sede Villa Landolina a SIRACUSA.

Per quantità e qualità dei reperti il Museo archeologico “Paolo Orsi” è da considerarsi uno dei più importanti d’Europa. Il Museo ha come sede Villa Landolina, enorme struttura su tre livelli circondata da un bellissimo parco verde. I reperti vanno dal periodo della preistoria Siciliana sino alla colonizzazione Greca. Situato a 500 metri dal Parco Archeologico della Neapolis, è il luogo ideale per completare la vostra visita del parco. Biglietto ingresso: intero € 8,00; ridotto € 4,00. E’possibile acquistare un biglietto combinato parco + museo a € 13,50.

Dal Museo si può andare alla:

CHIESA DI SAN GIOVANNI ALLE CATACOMBE

chiesa di San Giovanni alla Catacombe a Siracusa

Non ha il tetto, la chiesa di San Giovanni alla Catacombe e fra le navate dell’antica chiesa in stile gotico normanno crescono cespugli e palme. Dal lato sud della chiesa si può scendere nelle catacombe di San Giovanni, seconde per importanza solo a quelle di Roma. Il merito della scoperta va dato all’archeologo Paolo Orsi, figura importante nella storia di Siracusa a cui è stato intitolato il Museo Archeologico della città. Museo in cui è custodito il reperto più importante rinvenuto nelle catacombe: un prestigioso sarcofago di marmo su cui sono raffigurati personaggi biblici del vecchio e del nuovo Testamento. Biglietto ingresso: Intero € 8,00; Ridotto (under 16 ed over 65) € 5,00. La tariffa è comprensiva di visita guidata

A 500 metri:

PARCO ARCHEOLOGICO DELLA NEAPOLIS

PARCO ARCHEOLOGICO DELLA NEAPOLIS è un museo a cielo aperto a Siracusa.

È un sito da visitare, nato dalla intuizione della Soprintendenza della Sicilia Orientale, che oltre ad grande museo a cielo aperto, ha dotato Siracusa di un polmone verde di fondamentale importanza per la salubrità dell’ambiente. La visita al Parco è una straordinaria occasione per ammirare la flora della Sicilia e del sud del Mediterraneo. Ulivicipressipinipalmecarrubimelograniarancilimoni, senza dimenticare mirto e origano, costituiscono un patrimonio naturalistico di enorme valore, fiore all’occhiello della città e della regione Sicilia. L’ingresso è di € 10,00; Ridotto € 5,00, mentre è gratuito ogni prima domenica del mese.

Una volta dentro, potrete ammirare:

ANFITEATRO ROMANO

Anfiteatro romano di Siracusa è in parte scavato nella collina e in parte costruito con pietra locale estratta dalle latomie.

A testimonianza delle molte culture passate per la Neapolis di Siracusa, l’anfiteatro romano, in parte scavato nella collina e in parte costruito con pietra locale estratta dalle latomie. In passato ospitava animali selvatici e combattimenti tra gladiatori. All’epoca del suo massimo splendore, quello di Siracusa era il maggiore anfiteatro siciliano e uno dei più grandi in assoluto, secondo in Italia solo all’Arena di Verona.

TEATRO GRECO

Il Teatro greco di Siracusa può accogliere fino a 20.000 persone.

Il Teatro Greco può accogliere fino a 20.000 persone. Costruito nel V secolo avanti Cristo, il teatro è oggi una delle attrazioni più visitate della Sicilia. Dal 1914 è sede delle rappresentazioni classiche organizzate dall’Istituto Nazionale del Dramma Antico (INDA). Ogni anno, nei mesi di maggio e giugno, migliaia di appassionati provenienti da ogni parte del mondo si ritrovano per assistere alle opere di Sofocle, Euripide, Seneca e gli altri autori di età classica.

LATOMIA DEL PARADISO E ORECCHIO DI DIONISIO

LATOMIE, la più famosa è certamente quella detta del “Paradiso”, che ospita il famoso Orecchio di Dionisio, proprio sotto il Teatro Greco.
Latomia del Paradiso

Le latomie erano cave di pietra utilizzate come prigioni e la più famosa è certamente quella detta del “Paradiso”, che ospita il famoso Orecchio di Dionisio, proprio sotto il Teatro Greco. Il suo nome deriva dalla forma dell’entrata, che ricorda le sembianze dell’interno di un orecchio gigante. Secondo la leggenda Dionìsio, il tiranno di Siracusa, fosse lì ad ascoltare le conversazioni dei suoi prigionieri. La grotta vanta un’acustica eccezionale e ogni suono ne risulta amplificato fino a 16 volte.

Ritornando verso Ortigia si trova:

SANTUARIO DELLA MADONNA DELLE LACRIME

Santuario della Madonna delle Lacrime E' una basilica minore e santuario mariano eretto a ricordo della miracolosa lacrimazione di un'effigie in gesso raffigurante il Cuore Immacolato di Maria.
Santuario della Madonna delle Lacrime

E’ una basilica minore e santuario mariano eretto a ricordo della miracolosa lacrimazione di un’effigie in gesso raffigurante il Cuore Immacolato di Maria. Questo santuario domina la città di Siracusa e può essere visto anche da lontano. Vale la pena andare a vederlo soprattutto per la sua architettura esterna decisamente poco comune.

SPIAGGE

Arenella: È una spiaggia di morbida sabbia dorata a soli 9 chilometri da Siracusa.
Arenella: È una spiaggia di morbida sabbia dorata, in una piccola baia. Il paesaggio è magnifico, si possono affittare sdraio e lettini, si trova a soli 9 chilometri dal centro della città.
La spiaggia di Fontane Bianche.  “Tropici del Mediterraneo”. Dista 15 Km da Siracusa.
La spiaggia di Fontane Bianche. “Tropici del Mediterraneo”. Così l’ha definita qualche anno fa “Il Sole 24 Ore”. Dista 15 Km da Siracusa

Poco distante da Fontane Bianche, l’Area Marina Protetta del Plemmirio, oasi di grande interesse paesaggistico-ambientale, nonchè snodo importante dei traffici e dei commerci in età ellenistica.

La spiaggia di Vendicari. Dista 45 Km da Siracusa
La spiaggia di Vendicari: Situata nell’omonima riserva naturale, potrete sia osservare i fenicotteri rosa sia nuotare e prendere il sole. Dista 45 Km da Siracusa
La spiaggia di Calamosche, una delle spiagge più famose di Siracusa.
La spiaggia di Calamosche protetta ai lati da due promontori : La bellezza del luogo e delle sue spiagge cristalline ne fanno una delle spiagge più famose di Siracusa.

NECROPOLI DI PANTALICA

Le necropoli rupestri di Pantalica, riconosciute Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco, sono situate nella provincia di Siracusa fra Cassaro, Ferla e Sortino. La località naturalistica-archeologica è distante 53 Km da Siracusa. Costituisce uno dei più importanti luoghi protostorici siciliani, utile per comprendere il momento di passaggio dall’età del bronzo all’età del ferro nell’isola. Le necropoli sono inserite nella Riserva naturale orientata Pantalica, Valle dell’Anapo e Torrente Cava Grande.

HAI TROVATO INTERESSANTE QUESTO ARTICOLO? LASCIA IL TUO MI PIACE – UN TUO COMMENTO O UNA CONDIVISIONE.

Immagini Instagram

Translate »