Archivio dei tag lungomare di spalato

Luigi Ravnic DiLuigi Ravnic

ESCURSIONE fai da te SPALATO – SPLIT

Spalato è il centro più importante della Dalmazia e la seconda città della Croazia. Sosta della nave 9/10 ore. La moneta ufficiale croata è la Kuna (HRK). Attualmente il cambio oscilla tra 7 e 7,5 kune per ogni euro. Gli uffici di cambio si trovano facilmente, soprattutto nelle località più turistiche.

PORTO

Il porto si trova a ridosso del centro abitato e accanto alle banchine principali si trovano le stazioni degli autobus che consentono di muoversi agevolmente dentro e fuori la città.

LUNGOMARE

“La Riva della Rinascita della Nazione Croata” è il nome del lungomare spalatino che corre parallelo al centro storico. Questo stupendo viale litoraneo è disseminato di bar, locali e ristoranti. Attraversate la celebre Porta di Bronzo, varco di ingresso al Palazzo di Diocleziano e al quartiere romano di Spalato.

PALAZZO DIOCLEZIANO

Il Palazzo di Diocleziano, con le sue mura, coincide con il nucleo originario del centro storico della città. E’ un complesso architettonico monumentale e nel 1979 è stato riconosciuto Patrimonio UNESCO per le sue caratteristiche storico-artistiche. Qui l’imperatore fece erigere il suo Mausoleo.

Il Palazzo è una costruzione rettangolare (circa 215 m x 180 m) con quattro grandi torri angolari e quattro torri più piccole e una Porta su ciascun muro: la Aurea la cui facciata è decorata con le nicchie che ospitavano sculture raffiguranti Diocleziano, Massimiano, Galerio e Costanzo Cloro; la Argentea che collegava la porta orientale del palazzo con quella occidentale, che oggi conduce verso la Pjaca, piazza centrale della città; La Ferrea che fin dal primo giorno è testimone di tutti i mutamenti che la città ha subito ed oggi saluta la sua città e i suoi Spalatini con le campane dell’orologio rinascimentale; e la Bronzea (o Aenea) di dimensioni più modeste per la sua funzione d’accesso al mare, dal primo piano attraverso i sotterranei.

LE QUATTRO PORTE

All’interno del Palazzo di Diocleziano possiamo vedere diverse aree visitabili, queste sono: Peristilio, Cattedrale di San Doimo, Vestibolo, Tempio di Giove e Sotterranei. Passeggiare per il Peristilio, per il Vestibolo e nei sotterranei (ad eccezione di mostre temporanee) è gratuito. Per visitare la Cattedrale 15 kune, oppure, ed è quello preferibile, un biglietto che include tutto al costo di 45 kune – circa € 6,00

PERISTILIO

Il Peristilio è la piazza centrale del Palazzo e cuore della città, quella che vi accoglie maestosa al vostro arrivo circondata su tre lati da un’imponente colonnato. Aveva una funzione cerimoniale, qui l’imperatore appariva ai suoi sudditi i quali si inginocchiavano al suo cospetto.

CATTEDRALE DI SAN DOIMO

La Cattedrale di San Doimo altro non è che l’antico mausoleo di Diocleziano infatti è stato costruito sui suoi resti. Le attrazioni principali da vedere all’interno della Cattedrale sono il pulpito romanico, un altare che serviva da sarcofago, un fregio scultoreo con scolpiti i volti di Diocleziano e sua moglie, il Tesoro al secondo piano, una cripta e soprattutto il campanile dalla cui sommità si può ammirare la città dall’alto in tutta la sua bellezza dall’intreccio di viuzze del centro storico al mare azzurro.

TEMPIO DI GIOVE

Il Tempio di Giove del Palazzo di Diocleziano venne riconvertito in Battistero. Qui venne collocata la fonte battesimale che si trovava nella Cattedrale. Ad accogliere i visitatori prima dell’entrata si trova una delle sfingi di granito che Diocleziano fece portare dall’Egitto.

VESTIBOLO E SOTTERRANEI

Il Vestibolo ha una forma esternamente quadrangolare e internamente a pianta circolare. Era l’antico ingresso alle sale imperiali e alla parte residenziale del palazzo. Affascinante nella sua completezza originaria: nicchie semicircolari con statue, grande cupola coperta dal luccicante mosaico. Nei suoi pressi, nella vecchia chiesa di Sant’Andrea costruita sul luogo dove erano le stanze imperiali, è stato aperto il Museo Etnografico.

Nelle sale sotterranee oggi si entra attraverso la Porta Aenea, dalla Riva, oppure per la scalinata del Peristilio. I sotterranei fungevano anticamente da magazzini. La sala centrale serve da principale comunicazione tra la Riva e il Peristilio e oggi vi si tengono mostre temporanee e un mercatino permanente. Qui infatti si trovano numerose bancarelle colme dei soliti souvenir, alcuni anche di valore.

Questi sono i principali monumenti per visitare Spalato a piedi oltre ai reperti romani, le chiese medievali, le moschee e i meravigliosi palazzi pubblici, come il Municipio, realizzati in stile gotico veneziano.

MUSEO MARITTIMO

Poi il museo marittimo che si trova in un edificio del XIX secolo, costruito all’interno della Fortezza di Gripe. Il museo è ricco di reperti archeologici, addirittura anfore vecchie di 2000-3000 anni, ed oltre a modellini di navi, è possibile ammirare dei veri e propri pezzi di navi, militari e civili, di varie epoche. Costo ingresso 12 kune

MUSEO ARCHEOLOGICO

Entrando in questo museo c’è un bel patio con statue, sarcofagi, monumenti romani. Il suo interno è composto da un solo piano con 3 stanze che espongono una serie di suppellettili, monili, utensili di epoca preistorica, romana, greca e medievale. Il museo è piccolo ma contiene reperti davvero interessanti, tutti numerati e descritti brevemente. La parte più bella è quella all’esterno, dove ci sono mosaici e sarcofagi, oltre che una serie di epigrafi e iscrizioni molto belle. Costo ingresso 35 kune.

Prima di uscire dalla città vecchia non ti dimenticare di attraversare la famosa Porta Aurea, ovvero la principale porta monumentale della città. La città vecchia di Spalato è un mix tra le calli veneziane e l’antica Roma.

Porta Aurea

La Porta Aurea si trova dalla parte opposta del porto e come le altre due porte antiche, quella Argentea e quella Ferrea, era protetta da alti bastioni a pianta ottagonale oggi non sono più visibili.

FORTEZZA DI KLIS

Se volete avere delle foto meravigliose del panorama di Spalato dovreste visitare la fortezza di Klis, una delle più belle in Croazia. Era un baluardo difensivo e le sue origini risalgono all’epoca bizantina. Aperta dalle 9 di mattina alle 7 di sera, è un edificio veramente interessante, una meta da non perdere, sita nelle vicinanze di Clissa a circa 16 km a nord-est di Spalato, raggiungibile con l’autobus numero 34L’ingresso costa 40 kune a persona.

Sulla strada che conduce a Clissa, a circa 9 Km, troviamo le rovine della città romana antica, Salona, che era 3 volte più grande di Pompei. Il biglietto d’ingresso costa 20 kune.

Altra visita consigliata, tempo a disposizione permettendo, è la visita alla città di Trogir, una città turistica ben nota situata a 25 km a nord di Spalato. Trogir ha un bellissimo centro storico che si trova sulla lista del patrimonio culturale mondiale dell’UNESCO

Spiagge di Spalato

La spiaggia più famosa è Bacvice che si trova a circa 1 km dal centro della città in direzione porto traghetti. Potete affittare le sedie a sdraio e prendere sole per 20 kune

Bacvice

Nella baia c’è un’altra spiaggia sabbiosaOvcice. L’acqua è bella, ma difficilmente si riesce a trovare posto libero per mettere l’asciugamano per cui o stare sulle rocce oppure sedere in uno dei bar. Gli alberi vicini creano l’ombra naturale sulla spiaggia.

A circa 1.5 km a sud dalle Ovcice c’è la spiaggia di Znjan. L’area di Znjan consiste di più baie cominciando dalla marina Zenta.

RIEPILOGO SPALATO

HAI TROVATO INTERESSANTE QUESTO ARTICOLO? LASCIA IL TUO MI PIACE – UN TUO COMMENTO O UNA CONDIVISIONE.

Immagini Instagram

Translate »