CITTA’ DI VILNIUS

città di Vilnius

Vilnius, capitale della Lituania, è rinomata per l’architettura barocca, con un centro storico tra i meglio conservati d’Europa, può essere considerata una delle città d’arte più belle d’Europa. La Città Vecchia, tutelata come Patrimonio Mondiale dell’UNESCO, si snoda tra la Piazza della Cattedrale e quella del Municipio. Vilnius, solo recentemente si è aperta al turismo e tra le città baltiche è una delle più affascinanti e ricche di storia.

LA CITTA’ VECCHIA DI VILNIUS

vilnius - centro storico

La particolarità della Città Vecchia è quella di essere adagiata sulla confluenza di due fiumi ed il centro della città si stende comodamente nella Valle del Neris. La città vecchia, formata da circa 80 quartieri concentrati in poco più di 3 km quadrati, è uno dei più bei centri storici d’Europa. In essa convivono diversi stili architettonici: gotico, barocco, rinascimentale e neoclassico. Il centro storico, non enorme, lo si gira benissimo a piedi.

Vilnius - piazza del municipio
PIAZZA DEL MUNICIPIO

La città vecchia conserva una pianta medievale, con isolati irregolari, specie nel Quartiere Ebraico, e stradine strette che si aprono su grandi piazze come la Piazza della Cattedrale e quella del Municipio. La Cattedrale dei Santi Stanislao e Ladislao è la chiesa più importante della città. Altrettanto maestosa è la Chiesa di Santa Anna, un enorme edificio gotico di mattoni rossi. Tutto il centro storico è un susseguirsi di scorci incantevoli ma è la Via Pilies, che conduce al Castello di Vilnius, ad offrire quelli più belli. Per ammirare al meglio lo splendido panorama e godere di particolari vedute sulla città vecchia bisogna assolutamente salire sulla Torre Gediminas, la Collina delle Tre Croci o la Collina di Užupis.

LA CATTEDRALE DI VILNIUS

cattedrale di vilnius

Merita una visita soprattutto per la sua importanza storica. Costruita dove un tempo era eretto un tempio con il fuoco sacro dedicato al dio del tuono Perkunas. La cattedralededicata ai Santi Stanislao e Ladislao, ha un portico composto da 6 colonne con un frontone su cui è rappresentata la scena del sacrificio di Noè di ritorno dal diluvio. Il campanile è staccato dalla Cattedrale e tra loro c’è la Stebuklas (miracolo), una pietra che secondo la leggenda esaudisce i desideri se gli si gira 3 volte intorno.

QUARTIERE EBRAICO

vilnius - quartiere ebraico

La maggior parte dei palazzi del quartiere ebraico oggi ospitano istituzioni che ricordano il periodo di occupazione nazista. La Comunità Ebrea della Lituania, il Museo dedicato a Vilna Gaon e il monumento dedicato a Tsemakh Shabad, leggendario medico del ghetto. La Grande Sinagoga fu interamente distrutta prima dalla guerra e poi dai sovietici, quindi resta da visitare solo la bella Sinagoga Corale in stile moresco.

LA TORRE DI GEDIMINAS

vilnius - torre di gediminas

Il castello, costruito nel IX secolo, ha svolto il ruolo di dimora del Gran Duca di Lituania dal 1323 ma anche quello di costruzione fondamentale nel sistema difensivo della città. La Torre di Gediminas che si vede adesso è una ricostruzione avvenuta nel 1960 ed è sede di un Museo. Grande importanza simbolica ha, per tutti i lituani, la bandiera nazionale issata sul tetto della torre. Bisogna prendere la funicolare per poi arrampicarsi a piedi fino alla Torre da dove si ammira un meraviglioso panorama su Vilnius e il territorio circostante.

LA COLLINA DELLE TRE CROCI

vilnius - la collina delle tre croci

La Collina delle Tre Croci è indubbiamente uno dei luoghi più suggestivi di Vilnius perché è un luogo di devozione secolare trasformato in simbolo di libertà. Secondo la leggenda le Tre Croci si trovano nel luogo dove vennero martirizzati un gruppo di monaci francesi di cui 7 vennero uccisi e altri 7 legati a croci di legno e buttati nel fiume. Le croci che si trovano oggi sulla collina non sono quelle del 1400, infatti quelle attuali sono state scolpite nel 1989, subito dopo la caduta del Muro di Berlino. La salita verso la collina è faticosa e può essere complicata quando c’è neve o pioggia.

LA CHIESA DI SANT’ANNA A VILNIUS

La Chiesa di Sant’Anna, forse la più bella di Vilnius, è il dono che il Re Vytautas volle fare alla propria moglie Anna. Bell’esempio di gotico-fiammeggiante, la Chiesa è ormai una delle cartoline fotografiche di Vilnius. I mattoni rossi, le due torri, e la facciata sono un richiamo turistico irresistibile. Molto interessante anche la monumentale Chiesa Cistercense, situata proprio alla sua destra.

Il Quartiere Uzupis a Vilnius

Nei pressi del centro storico di Vilnius c’è un distretto chiamato Uzupio Res Publika, che è stato dichiarato indipendente nel 1997 ed al pari di  Cristhiania a Copenaghen, è considerato una città nella città. La “repubblica” è dotata di un proprio inno, una costituzione, un presidente, un vescovo e di un personale angelo guardiano di bronzo. Qui vivono prevalentemente artisti e intellettuali e si organizzano festival, mostre, incontri culturali, concerti, performance ed esibizioni di ogni tipo. Passeggiando per le strade si possono ammirare le sculture ed opere d’arte create dagli artisti del luogo.

Attualmente Uzupis è il quartiere più alla moda e costoso di Vilnius ma fino a qualche anno fa era il posto più malfamato e pericoloso della capitale lituana. Il nome Užupis significa “ dall’altro lato del fiume” infatti il quartiere affaccia sul Vilnia. Uno dei due personaggi simbolo del distretto è una sirenetta di bronzo creata dallo scultore Romas Vilčiauskas. Sempre lo stesso scultore è l’autore della statua dell’Arcangelo Gabriele che suona la tromba che si trova nella piazza principale del quartiere.

Il Cortile Principale dell’Università di Vilnius
Palazzo Presidenziale o Ufficio del Presidente della Repubblica di Lituania
Porta dell’Alba
Palazzo Reale

HAI TROVATO INTERESSANTE QUESTO ARTICOLO? LASCIA IL TUO MI PIACE – UN TUO COMMENTO O UNA CONDIVISIONE.

Seguici o condividi i nostri articoli sui SOCIAL